Seguici su:

Inchieste

Letto 739 Volte
Condividi

Carburante sporco, cosa fare e come riparare i danni

Il carburante sporco può causare problemi al motore del veicolo e influire sulle prestazioni generali; si tratta purtroppo di una pratica sempre più diffusa e legata a diverse contingenze e che ha a che fare con la qualità del carburante.
In linea generale se si sospetta di aver utilizzato carburante di scarsa qualità o sporco, è importante agire tempestivamente smontando e pulendo il sistema di alimentazione del carburante, svuotando il serbatoio e utilizzando additivi specifici per pulire il sistema. Inoltre, è bene adottare precauzioni preventive, come scegliere stazioni di servizio affidabili e utilizzare filtri del carburante di alta qualità. Mantenendo una manutenzione regolare del proprio veicolo, si potrà ridurre al minimo il rischio di problemi legati al carburante sporco.

Come riconoscere il carburante sporco

  • Osservazione degli indicatori di prestazione del veicolo: se si nota una diminuzione improvvisa delle prestazioni del veicolo, come una maggiore difficoltà nell’avviamento, cali di potenza o un aumento del consumo di carburante, potrebbe essere un segnale di carburante sporco.
  • Esame visivo del carburante: un modo semplice per identificare il carburante sporco è esaminarlo visivamente. Se si nota la presenza di particelle sospette o sedimenti nel carburante, potrebbe essere un segno di contaminazione.

Cosa fare se si è utilizzato carburante sporco

La prima cosa da fare se si è utilizzato benzina sporca è smontare e pulire il sistema di alimentazione del carburante: ciò include il filtro del carburante, la pompa del carburante e gli iniettori. Se non si è sicuri di come farlo, è bene consultare un meccanico qualificato.
Qualora il tuo veicolo non sia ancora in funzione dopo aver utilizzato carburante sporco, si dovrebbe svuotare il serbatoio e sostituirlo con carburante pulito assicurandosi di seguire le istruzioni del produttore per il corretto smaltimento del carburante contaminato.
Infine, utilizza un additivo specifico per la pulizia del sistema di alimentazione per pulire il sistema di alimentazione del carburante andando in questo modo a rimuovere residui e depositi causati dal carburante sporco.

Come prevenire problemi futuri

Per prevenire problemi di questo genere è bene scegliere una stazione di servizio affidabile evitando di fare benzina presso stazioni di servizio di dubbia reputazione. Scegliere sempre stazioni di servizio affidabili e di alta qualità per evitare il rischio di carburante sporco.
Inoltre, utilizzare filtri del carburante di alta qualità, altro elemento che può contribuire a prevenire l’ingresso di particelle e impurità nel sistema di alimentazione del carburante; e mantenere una manutenzione regolare del veicolo, compresa la sostituzione periodica del filtro del carburante e la pulizia degli iniettori, che servirà a mantenere il sistema di alimentazione del carburante in condizioni ottimali.

Identificare la pompa sospetta

Infine, come riporta il sito Consumatori.it, è bene risalire alla pompa incriminata: se si è pagato con carte di credito o debito, è bene conservare le ricevute per dimostrare l’effettivo utilizzo della pompa e per avere prove da presentare in caso di contenzioso. Dopo aver fatto riparare il veicolo è bene conservare una tanica con la benzina raccolta durante il lavoro per dimostrare l’effettiva compromissione del carburante.

Pubblicato in Inchieste

Scritto da

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: