Seguici su:

Politica

Letto 123 Volte
Condividi

Elezioni europee 2024, guida al voto

L’8 e il 9 giugno 2024 si terranno le elezioni europee in Italia. Per votare è necessario avere almeno 18 anni ed essere cittadini italiani, dell’Unione europea con residenza legale in Italia, oppure italiani residenti all’estero. Durante queste elezioni, verranno eletti 76 membri del Parlamento europeo.

Quando si vota per il rinnovamento del Parlamento europeo

Gli elettori si recheranno alle urne il sabato 8 giugno dalle 15 alle 23 e la domenica 9 giugno dalle 7 alle 23. Le elezioni europee coincideranno con le elezioni amministrative in più di 3.900 comuni.

I documenti da portare al seggio elettorale

Gli elettori devono presentarsi presso la sezione indicata nella loro tessera elettorale, che deve essere portata insieme a un documento di identità.

Il sistema elettorale

Secondo la legge elettorale europea, tutti i paesi membri devono adottare un sistema proporzionale per le elezioni. Questo sistema assicura che i seggi siano distribuiti tra le liste in modo proporzionale ai voti ricevuti.

Quante preferenze è possibile dare?

In Italia, il voto di preferenza consente di indicare fino a tre preferenze per i candidati della stessa lista. Se vengono espresse più preferenze, devono riguardare candidati di sesso diverso; in caso contrario, la seconda e terza preferenza verranno annullate. Gli elettori possono quindi scegliere due uomini e una donna, o due donne e un uomo, oppure non indicare alcuna preferenza. Gli altri Paesi dell’UE, come Spagna, Francia e Germania, usano generalmente una circoscrizione unica, con liste chiuse e senza preferenze. L’Italia, la Polonia e il Belgio hanno invece più circoscrizioni elettorali. L’Italia è divisa in 5 circoscrizioni: Nord Ovest, Nord Est, Centro, Sud e Isole, con un numero di seggi assegnato in base alla popolazione residente: rispettivamente 29, 15, 15, 18 e 8.

Come sono eletti i membri del Parlamento europeo?

In ogni circoscrizione, i candidati con il maggior numero di voti di preferenza sono eletti in base ai seggi assegnati alla lista. Il sistema elettorale proporzionale garantisce che i seggi siano distribuiti in modo equo tra le liste, riflettendo la proporzione dei voti ricevuti.

Pubblicato in Politica

Scritto da

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: