Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 848 Volte
Condividi

Donne e salute: le principali patologie dalle quali guardarsi

Prendersi cura della propria salute, un qualcosa cui tutti dovrebbero ambire cercando di proporre stili di vita appropriati, dedicare tempo alla prevenzione e mettere in atto una serie di comportamenti virtuosi per ridurre il più possibile il rischio.
Quanto fin qui detto è un qualcosa di universale che riguarda quindi tanto gli uomini quanto le donne in ogni fascia di età e indipendentemente dai fattori di rischio; ci sono tuttavia alcune patologie specifiche e che è possibile circoscrivere per genere. Ad esempio tutte le malattie che colpiscono prevalentemente le donne.
Sono diverse e, come di recente il Ministero della Salute ha voluto evidenziare, si tratta di patologie che si sono evolute di pari passo con l’emancipazione della donna. Più la parità di genere prende piede nel mondo del lavoro e più crescono alcuni disturbi un tempo appannaggio esclusivo maschile.

Pubblicità

L’emancipazione della donna ha portato nuove patologie

Un esempio esplicativo di quanto fin qui detto è l’infarto; ancora oggi continua a riguardare prevalentemente il mondo maschile, ma fino a qualche anno fa i numeri delle donne erano più bassi.
Vuoi per lo stress legato al lavoro, vuoi per i radicali cambiamenti che lo stile di vita delle donne ha vissuto negli ultimi 40 anni (si pensi ad esempio ad alcol e fumo, un tempo vizi quasi esclusivi degli uomini), nel giro di una generazione i dati di patologie cardiache riferiti alle donne sono esplosi.
In sostanza se la minor presenza delle donne nei luoghi di lavoro e, spesso, il non voler loro concedere incarichi di responsabilità e comando, per anni ha generato polemiche per mancanza di parità di genere, dall’altra parte aveva messo a riparo l’universo femminile da tutte queste malattie che oggi vanno a riguardarle da molto vicino.

La patologie che colpiscono le donne

Ma quali sono queste patologie che riguardano prevalentemente l’universo femminile? Come si può leggere sul magazine ‘rosa’ Giornaledonna, si parla in primis, come detto, di malattie cardiovascolari; la prima causa di morte delle donne nei paesi occidentali.
Segue poi il tumore al polmone, emanazione diretta di abitudini non propriamente corrette come quella del fumo nelle donne. Soprattutto in età giovanissima. Come detto poi, l’emancipazione ha causato aumento di stress e ipertensione nelle donne: fattori che portano a patologie correlate.
Lo spauracchio maggiore per le donne in tema di salute continua ad essere il tumore al seno: malgrado il fatto che sia quello con il più elevato tasso di guarigione, se scoperto precocemente, sono tantissime le donne che continuano ad ammalarsi: oltre 50mila all’anno.
Altra patologia esclusiva della donna, l’endometriosi: si parla di presenza di endometrio al di fuori della cavità uterina, fattore che causa forti dolori nella zona pelvica.
Attenzione poi all’ osteoporosi, che nel nostro paese colpisce oltre 5 milioni di donne soprattutto dopo la menopausa; e alle patologie della tiroide, come ipotiroidismo, ipertiroidismo e noduli che sempre nell’universo femminile trovano maggior terreno fertile.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Matteo Vespasiani

Giornalista scomodo - "L'unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: