Seguici su:

Focus

Letto 4933 Volte
Condividi

Traduttore Google, come funziona e quanto è affidabile

È uno degli strumenti di Google più utilizzati vista la sua utilità ma che, è bene dirlo subito, non è in grado di garantire risultati impeccabili. Chi si affida al traduttore di Google, Google translate che è possibile trovare a questo link, lo fa per esigenze che lo spingono a ricercare una traduzione in tempo reale di una pagina sul web.
Non conoscere le lingue può essere un vero problema, sia per quanto riguarda l’inglese che qualsiasi altro idioma: spesso ci si trova a dover comunicare o ad avere la necessità di tradurre un messaggio che ci è arrivato, magari tramite mail, in altra lingua.
Ebbene in tutti questi casi la soluzione migliore e più pratica è quella di affidarsi a Google translate, il traduttore online più utilizzato. Sempre facendo massima attenzione e seguendo alcuni consigli di base.

Pubblicità

Translate, come utilizzare il traduttore Google

Il traduttore Google è uno strumento immediato, di facile utilizzo: l’interfaccia è molto intuitiva e prevede lo schermo diviso in due con altrettante maschere, una a destra e l’altra a sinistra. Tutto quello che l’utente deve fare è inserire il testo che vuole tradurre nella maschera di sinistra indicando la lingua di riferimento.
Quindi, scegliendo la lingua nella quale si vuole il testo tradotto dal menu a tendina di Google translate, è sufficiente inviare la richiesta ed attendere qualche secondo per avere la traduzione bella e pronta. Un gioco da ragazzi che può tornare utile anche da mobile, dato che esiste una apposita app di Goggle traduttore.
Il traduttore è disponibile in oltre 100 lingue predefinite e presenta anche un sistema di rilevamento automatico della lingua. In sostanza è possibile tradurre tutti i principali idiomi al mondo con il supporto del traduttore Google.

Cosa si può fare con Google Translate

È possibile anche tradurre testo sotto dettature, utilizzando il sistema vocale che è attivabile tramite un pulsante a forma di microfono presente nella maschera di inserimento testo; tradurre interi documenti, caricandoli in formati predefiniti (come Word); utilizzare la scrittura a mano libera; tradurre da fotocamera andando a caricare immagini.
Una serie di funzionalità che sono state implementate nel tempo, come nel caso della traduzione di immagini da fotocamera o di Google Translatotron, versione evoluta del traduttore vocale, e che rendono oggi lo strumento di Google Translate estremamente completo. A fronte di questo restano tuttavia alcuni interrogativi legati soprattutto al livello delle traduzioni che si possono avere dal traduttore di Google.

Google traduttore, quanto è preciso

Una delle questioni maggiormente dibattute quando si parla del traduttore di Google è quella legata alla sua affidabilità e precisione. Quanto è fedele la traduzione che viene proposta da Google translate?
Partiamo da un dato di fatto nel tempo lo strumento è andato a migliorare e si è implementato di ulteriori funzionalità. Oggi in sostanza le traduzioni sono più fedeli e soprattutto maggiormente precise rispetto al passato. Tuttavia non si può ancora affermare che il traduttore di Google sia uno strumento fedele al 100%.
Fino a qualche anno fa le traduzioni erano piene di strafalcioni che nel tempo sono stati limitati. Questo perché nella sua versione iniziale Google tradutore andava a tradurre parola per parola, senza riuscire ad analizzare il significato di una frase ed il suo contesto. Oggi si può dire che si possa fare affidamento su un Google traduttore preciso, molto più rispetto al passato

Come funziona il moderno Gogle Translate e come traduce

Da un paio di anni circa il sistema di traduzione di Google è stato implementato con l’intelligenza artificiale facendo ricorso ad un sistema che si basa sul cosiddetto deep learning. In questo modo il traduttore Google riesce a capire meglio in senso compiuto di una frase e può quindi fornire traduzioni più attinenti, di senso compiuto.
Il nuovo meccanismo è anche detto Google Machine Neural Translation e non è più un sistema phrase-based, che analizzava parola per parola e proponeva poi risultati andando a sistemare le frasi sulla base di testi già tradotti in precedenza. L’attuale traduttore Google, quello di ultima generazione, è in grado di tradurre interi testi proponendo risultati molto più fedeli e di senso compiuto.
Il tutto sempre, consiglio da seguire, andando a controllare per quanto possibile (anche in rete) che quanto ci viene riportato sotto forma di traduzione sia mediamente corretto e non contenga strafalcioni evidenti. Perchè, almeno ad oggi, Google non è ancora stato in grado di dar vita ad uno strumento affidabile al 100%, che possa svolgere il lavoro di un traduttore fisico.

Pubblicato in Focus

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: