Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 541 Volte
Condividi

Influenza in arrivo: riconoscere i sintomi e curarla

L’inverno sta per arrivare e con lui il freddo vero, che in queste ore sta per attanagliare l’intera Italia. Due concetti, freddo e inverno, che fanno rima con influenza. Sta per arrivare il picco invernale e in questi giorni si stanno registrando, sparsi in tutto il paese, i primi casi di influenza 2017/2018.
Il picco vero e proprio secondo gli esperti ci sarà a Natale: per questo c’è ancora tempo per vaccinarsi così da scampare l’ondata che nelle prossime settimane si abbatterà sull’Italia. Oltre 120 mila i casi degli ultimi giorni, un assaggio di ciò che avverrà tra Natale e Capodanno.
Tra l’altro l’influenza di quest’anno dovrebbe essere piuttosto aggressiva, con sintomi invasivi e temperature che potrebbe raggiungere anche picchi elevati, sopra i 38 gradi.

Pubblicità

Durata, sintomi e incubazione influenza 2017/2018

I sintomi sono sempre i medesimi: si parla di febbre improvvisa con temperature elevate, problemi respiratori, tosse, raffreddore e mal di gola, dolori muscolari e alle articolazioni, vomito e diarrea.
Sono questi i sintomi dell’influenza 2017/2018 in arrivo tra Natale e Capodannno e che non vanno confusi con quelli parainfluenzali, che sono più leggeri. Ci sono differenze tra le due patologie: l’influenza vera e propria porta i sintomi di cui sopra tutti nello stesso momento, in contemporanea (quest’anno l’influenza presenta una sintomatologia molto variegata). Nel caso di virus parainfluenzali i sintomi possono invece apparire singolarmente (quindi, ad esempio, solo raffreddore o mal di testa).
Per quanto riguarda la durata dell’influenza, quest’anno si parla di circa 5 o 6 giorni; la trasmissione avviene come sempre per via aerea anche attraverso contatto con minime gocce di saliva. I luoghi più a rischio sono, al solito, quelli a maggiore affollamento quali autobus e luoghi pubblici.

Il vaccino contro l’influenza

Torna l’influenza e con essa anche il vaccino per prevenirla. La campagna in favore delle vaccinazioni è partita quest’ anno già in autunno, verso Ottobre, soprattutto per i soggetti a maggiore rischio come anziani, bambini, malati cronici e addetti a servizi pubblici, in particolare persone che lavorano in ospedali.
Lo scopo del ministero è stato quello di migliorare la copertura vaccinale incentivando proprio i soggetti a rischio al ricorso alla vaccinazione. Un tema che come ogni anno porta con sé interrogativi e dubbi sulla effettiva utilità dei vaccini contro l’influenza.
Il vaccino contro l’influenza è come sempre gratis per queste persone a forte rischio: è disponibile dallo scorso Ottobre. Per informazione si può visitare il sito del ministero della Salute con particolare riguardo per pagina relativa proprio all’influenza 2017/2018.
Per chi ancora non lo avesse fatto, è importante muoversi in queste ore dato che le previsioni degli esperti parlano di oltre 200mila persone che saranno colpite in questo inizio di dicembre; e al contempo le previsioni meteo indicano un arrivo di ondate di gelo su tutta la penisola. Fattore che come ovvio, contribuirà alla diffusione dell’influenza facendo ammalare tanti italiani.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Pierfrancesco Palattella

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: