Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 631 Volte
Condividi

Il Covid blocca le celebrazioni: anche i 75 anni di Hiroshima

Celebrazioni bloccate in tutto il mondo a causa del Covid: anche le ricorrenze più importanti hanno subìto battute di arresto a causa del virus che non consente ancora l’avvicinamento sociale. In Italia e non solo, ormai gli assembramenti con migliaia di persone sono solo un ricordo (al netto di alcuni esempi di eventi che non tengono propriamente conto delle imposizioni attuali).
Se in Italia il Covid ha bloccato alcuni eventi come le celebrazioni del 2 Giugno (Festa della Repubblica), da altre parti si è dovuto rinunciare ad eventi legate a ricorrenze piuttosto sentite: in Giappone ad esempio, dove quest’anno si sarebbero dovuti celebrare i 75 anni di Hiroshima presso il Peace Memorial Park. La cerimonia è stata condotta in forma ridotta; sul web tuttavia sono in molto coloro i quali hanno colto l’occasione di ricordare quel triste evento legato alla Seconda Guerra Mondiale.

La II Guerra Mondiale e Hiroshima

Un evento che, per la precisione, ha concluso il conflitto indirizzando in modo inequivocabile le sorti del conflitto: la prima bomba atomica della storia fu lanciata dagli Usa il 5 agosto del 1945, esattamente 75 anni fa, causando la morte di 140mila persone.
A questo bombardamento ne fece poi seguito un altro, sempre con la medesima modalità, a Nagasaki, che vide la morte di 70 mila persone. Pochi giorni dopo, il 15 Agosto 1045, il Giappone si arrese ponendo fine alla II Guerra Mondiale e la guerra finiva per mano degli Stati Uniti, che erano già intervenuti in Italia, due anni prima, nel 1943, con lo sbarco degli Alleati in Sicilia che avevano risalito la penisola dando il via alla campagna di Italia.

I 75 anni di Hiroshima

In occasione dei 75 anni di quel triste evento, il bombardamento di Hiroshima, i testimoni dell’evento si sono ritrovati sul luogo, davanti al memoriale della pace che ricorda le vittime, per una cerimonia che, come detto, si è tenuta in forma ridotta. Circa un migliaio di persona a differenza delle decine di migliaia degli anni precedenti.
Oggi Hiroshima è una città che vive con quella ferita che la ha resa tristemente famosa, ma è una città moderna che attira tantissimo turismo (con tutti i problemi attuali del turismo ovviamente, legati proprio al Covid). Si parla anzi di una delle mete maggiormente richieste, anche da tantissimi italiani.
Sul web o presso tour operator specializzati, è possibile trovare pacchetti specifici che comprendono anche visite di carattere storico. Si possono, per questo scopo, consultare le offerte sul sito Watabi.it per dare un’occhiata a proposte esemplificative per alcuni pacchetti di viaggio per il Giappone. Anche verso Hiroshoma, che da luogo storico teatro di uno degli eventi più tristi mai registratisi è diventata, oggi, una delle mete turistiche più apprezzate in Giappone.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Marco Cherubini

Scrittore, giornalista, ricercatore di verità - "Certe verità sono più pronti a dirle i matti che i savi..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: