Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 1427 Volte
Condividi

Abbigliamento intimo, cresce il settore uomo

Se un tempo l’abbigliamento intimo era considerato una esclusiva femminile, nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una notevole evoluzione del settore che ha iniziato a tirare in maniera notevole anche tra gli uomini.
Sono proprio le cifre a testimoniare in maniera eloquente quanto sta accadendo: a fronte di un giro d’affari di 2.100 milioni di euro fatto registrare dall’intimo donna nel corso del 2017, quello per uomo si è attestato oltre gli 800 milioni con una crescita molto forte rispetto all’anno precedente. Un trend che ha spinto molte aziende del settore anche italiane, come nel caso di Pompea, a dare vita a proposte sempre più ricercate, in grado di corrispondere alle aspettative, soprattutto dei più giovani.
Sono proprio loro a curare maggiormente il proprio aspetto e quindi a puntare su tutto ciò che gli consente di proiettare una immagine migliore verso l’esterno. Per formare la quale proprio l’abbigliamento intimo è considerato il primo passo.

Pubblicità

Cos’è l’intimo uomo

Per intimo uomo si intende tutto ciò che solitamente viene indossato sotto i vestiti, ovvero le canottiere, i boxer o gli slip e le calze. Chi cura molto questo aspetto punta perciò a proporre un accostamento perfetto tra i vari accessori, andando a mixare nel modo migliore tessuti e colori in base al proprio personale gusto.
Se solitamente a curare questo aspetto sono coloro che portano avanti professioni che presumono un costante contatto con il pubblico, si tratta comunque di una tendenza sempre più diffusa tra le persone più dinamiche, a prescindere dall’età anagrafica.

Anche la pubblicità punta sugli uomini

La vera e propria rivoluzione in atto è testimoniata anche dalla pubblicità. Basta aprire una rivista per notare come alle immagini di lingerie femminile, un tempo dominanti, oggi si affianchino sempre più spesso quelle dedicate agli uomini.
Confermando un trend che è la diretta conseguenza della voglia di curare il proprio aspetto espresso da un numero sempre più elevato di loro e che nel corso degli anni precedenti aveva già prodotto il boom dei cosmetici per uomo.
Un boom derivante non solo dal narcisismo sempre più presente tra gli uomini, ma anche dalle nuove necessità imposte da una società in cui l’immagine conta sempre di più. Non è un caso che secondo le statistiche a favorire questa tendenza siano soprattutto i giovani oltre i 30 anni che praticano professioni tali da presupporre il contatto diretto e continuo con la clientela o comunque nelle quali presentare una immagine ricercata e impregnata di eleganza e dinamismo può risultare vincente.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: