Seguici su:

Politica

Letto 727 Volte
Condividi

Sondaggi partiti politici: chi scende e chi sale

I sondaggi politici sono un appuntamento fisso che periodicamente viene riproposto per fare il punto sulla situazione politica italiana. Secondo gli ultimi sondaggi datati 23 febbraio e realizzati da Emg, nelle ultime settimane si sarebbe assistito ad un balzo in avanti di Forza Italia.
Il partito di Berlusconi avrebbe piazzato uno sprint inaspettato fino a pochi tempi fa. Di contro sono dati in calo partiti che andavano per la maggiore, quali il Pd e il Movimento 5 Stelle, da molti indicato come potenziale boom delle prossime elezioni.
In sostanza i due partiti principali dell’attuale legislatura sono in calo, a tutto vantaggio di un centrodestra che negli ultimi mesi era stato messo all’angolo. E che, ora, starebbe rialzando la testa.

Pubblicità

Sale Forza Italia: Scendono Pd e M5S

Entrando nei numeri, il centrodestra intero avrebbe, secondo Emg, raggiunto un valore complessivo pari a quello del Pd, circa il 32%. Si parla qui di centrodestra inteso come Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia.
Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, le previsioni lo vedono scendere ad un 24,4%; dati in discesa rispetto alle proiezioni precedenti, pur se numeri comunque di tutto rispetto se consideriamo che il centrodestra arriva si al 32%, ma grazie ad una coalizione di 3 partiti differenti mentre il Movimento grillino può contare esclusivamente sulle proprie forze.
Dal 21 dicembre il M5S avrebbe perso circa 3 punti percentuali. A pesare, sarebbe stata anche la vicenda di Quarto e della sindaco Rosa Capuozzo. A questo punto c’è curiosità sui risultati dei grillini nelle tre importantissime tornate amministrative; Milano, Roma e Torino.
Anche il Pd non sorride: il calo segnalato nelle preferenze degli elettori in riferimento al partito di Matteo Renzi è dello 0,6% negli ultimi sette giorni. Ma il dato fa seguito ad un periodo di crescita. In calo anche Sel/Sinistra Italiana e Ncd di Alfano.

Berlusconi sorride:

Silvio Berlusconi può tornare a guardare i sondaggi con speranza. Dopo un periodo di sostanziale mediocrità, il suo partito torna a crescere nelle intenzioni di voto degli italiani.
Se la coalizione di centrodestra arriva, come detto, oltre il 32%, a trascinarla è proprio Forza Italia che sale al 12,5%. Un incremento di mezzo punto percentuale che riporta FI sui livelli di settembre scorso. Contando che, ad oggi, il quadro del centrodestra si completa con Lega e Fratelli d’Italia rispettivamente fermi a 14,4 e 5.3 percento, non è utopico pensare che una lieve crescita di ciascuno di questi tre partiti potrebbe portare nuovamente il centrodestra ad una vittoria di coalizione.
E sarebbe un risultato, questa volta, del tutto inatteso ma in linea con quella che è la storia politica di Silvio Berlusconi, fatta di rinascite clamorose anche quando ogni cosa sembrerebbe indicare una fine inevitabile.

Pubblicato in Politica

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: