Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 839 Volte
Condividi

Pic nic, passione degli italiani (soprattutto a Ferragosto)

Da sempre, gli italiani sono stati promotori del buon gusto, del buon cibo e buona tavola. Qualcosa però è cambiato negli ultimi anni, per fortuna in meglio. Post pandemia mondiale, causata dal virus Covid-19, gli italiani, una volta tornati liberi di uscire dalle proprie abitazioni, hanno riscoperto la bellezza che lega il cibo, la compagnia e l’aria aperta.
Si sono registrate crescite di prenotazioni in aree verdi attrezzate per organizzare pic-nic. Sono anche aumentati gli italiani che organizzano feste in cortile, imbandendo tavoli da giardino, per pranzare o cenare con i propri cari e conoscenti. Soprattutto in alcune occasioni dell’anno, come la Pasqua (o meglio, la pasquetta, ad esempio) e sorpattutto il Ferragosto: secondo gli ultimi dati della Coldiretti, relativi allo scorso anno 2022, circa 6 milioni di italiani avevano scelto di trascorrere il giorno di Ferragosto all’aria aperta con grigliate sul posto o piatti portati da casa, quindi con pic nic all’aria aperta.

Come scegliere le aree attrezzate per i pic-nic

Non c’è nulla di più interessante, rilassante e appagante di poter mangiare all’aperto in compagnia di chi si ama. Quando si organizza un pranzo fuori porta bisogna sempre documentarsi prima di partire all’avventura: non tutte le aree verdi, anche quelle apparentemente incustodite, permettono di accendere i fuochi del barbecue.
Esistono vari siti ed applicazioni creati ad hoc per segnalare la presenza di aree picnic all’interno delle varie regioni d’Italia. Oltre alle foto delle location e le info necessarie, si possono trovare recensioni e commenti di altri utenti, per orientarsi al meglio alla scelta e dissipare ogni dubbio e preoccupazione dialogando con altri utenti.
Un altro motivo per il quale spesso vengono scelti i pranzi all’aperto nei parchi è legato alle attrazioni che essi offrono. Non di rado, oltre l’area food, sono messe a disposizione le aree per arrampicata, parco avventura, paintball e varie degustazioni di prodotti tipici del territorio.

Come arredare il giardino di casa per pasti all’aperto

Bisogna iniziare con un po’ di strategia: ricordare che, a meno che non vi sia una cucina all’aperto, i piatti dovranno essere portati da dentro a fuori, arredare la zona pranzo all’aperto vicino la cucina è un must. Il secondo passo prevede la copertura della zona da pranzo. Per godere a pieno del momento non bisogna essere infastiditi dagli agenti atmosferici o da insetti molesti. Proprio a causa di questi è raccomandato accendere candele anti zanzara e unguenti simili.
Per generare l’ombra utile a coprire il tavolo e i commensali esistono più soluzioni: Costruire una struttura che copra le teste ma lasci passare l’aria, allestire e imbandire il tavolo da pranzo sotto alberi, oppure acquistare uno dei tanti ombrelloni da giardino che si trovano online. In quanto ai tavoli da giardino, sconsigliati quelli in ferro perchè difficili da gestire, trasportare ed effettuare la continua manutenzione contro la ruggine. Meglio procedere con superfici facili da pulire e che mantengono la loro efficienza e sterilità nel tempo, come i tavoli in alluminio, preferiti anche per il design più agile e leggero.
Si può anche decidere di cambiare la pavimentazione del proprio giardino se non si è amanti dell’erba fresca, rimuovendola nel punto designato e utilizzando piastrelle o mattoncini per creare un terreno più gradevole da calpestare durante i pasti. Infine, lanterne, fioriere, cuscini e poltroncine possono essere usati per arredare l’area da giardino adibita ai pasti. Sorprendi i tuoi invitati con un’illuminazione notturna inaspettata.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: