Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 695 Volte
Condividi

Bonus Edilizi, tutti quelli previsti per il 2024

Anche per il prossimo anno, il 2024, sono previsti diversi bonus per gli immobili sulla scia di quelli degli scorsi anni (esempio esplicativo è stato il super bonus 110%, ma anche tutti gli altri). Saranno diversi quindi, nei prossimi mesi, i bonus edilizi a disposizione che andranno ad offrire offrendo opportunità di risparmio considerevoli. Vediamo nel dettaglio quali sono e come funzioneranno.

Superbonus 70%

A partire dal primo gennaio 2024, le spese per nuovi interventi di superbonus potranno beneficiare di una detrazione distribuita su 4 anni, con un’aliquota del 70%. Tuttavia, è importante notare che nel corso del 2025, tale detrazione subirà una riduzione ulteriore, scendendo al 65%. Gli interventi che possono usufruire del superbonus 70% si distinguono tra interventi trainanti e trainati: gli interventi trainanti, come isolamento termico, interventi sulle parti comuni e riduzione del rischio sismico, accedono direttamente al superbonus; al contrario, gli interventi trainati possono accedervi solo se eseguiti insieme a un intervento trainante.

Bonus Barriere Architettoniche

Le leggi di Bilancio precedenti hanno introdotto un’agevolazione specifica per affrontare le barriere architettoniche, offrendo una detrazione pari al 75% per le spese documentate e sostenute dal 1° gennaio 2022 al 31 dicembre 2025.

Ecobonus: Riqualificazione Energetica

L’Ecobonus rappresenta un’agevolazione valida fino al 31 dicembre 2024. Concesso per interventi di riqualificazione energetica su unità immobiliari ed edifici residenziali esistenti, l’Ecobonus copre diverse opzioni, come la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, pompe di calore e caldaie a biomasse. Le detrazioni variano tra il 50% e il 65% per i privati e tra il 70% e il 75% per i condomini, a seconda degli interventi effettuati.

Sismabonus: Interventi per la Sicurezza Sismica

Anche il Sismabonus rimarrà valido per l’intero 2024, coprendo interventi di miglioramento del rischio sismico. Le detrazioni variano dal 50% all’85%, a seconda della tipologia di immobile e delle classi di rischio sismico ridotte.

Bonus Casa

Il Bonus Casa ha ottenuto una proroga dalla Legge di Bilancio 2022 fino al 31 dicembre 2024. Questa agevolazione offre una detrazione del 36% su un limite di spesa di 48.000 euro, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo. Nel corso degli anni, la detrazione è stata aumentata al 50%, con un limite di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

Bonus Mobili: Acquisti per la Ristrutturazione

Il Bonus Mobili è destinato all’acquisto di arredi ed elettrodomestici per immobili oggetto di ristrutturazione edilizia. Le previsioni indicano un tetto di spesa di 8.000 euro entro il 31 dicembre 2023, con una successiva riduzione a 5.000 euro per il 2024 e il 2025 (salvo modifiche).

Bonus Verde: Riqualificazione delle Aree Verdi

Infine, è possibile riqualificare le aree verdi di edifici privati grazie al Bonus Verde, che offre una detrazione del 36% su un massimo di 5.000 euro di spesa per realizzare spazi verdi, pozzi, coperture e giardini pensili nelle abitazioni o nei condomini: questa agevolazione è utilizzabile fino al 31 dicembre 2024.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

La Vera Cronaca, giornale online libero e indipendente

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: