Seguici su:

Posta

Letto 632 Volte
Condividi

Quanto lavoro c’è dietro ai volantini pubblicitari

Ovunque andiamo, troviamo un cartello pubblicitario. Che sia sulla porta d’ingresso dei negozi, che sia sopra il muro del condominio di casa, che sia in mezzo alla strada, anche sulle macchine troviamo un volantino pubblicitario.
Perfino dentro casa, quando accendiamo la tv e guardiamo il nostro film preferito, questo, viene interrotto dalla pubblicità. Ma perché la pubblicità è così importante?

Pubblicità

Perché siamo sommersi da volantini pubblicitari?

La risposta è facile: il volantino pubblicitario costituisce uno dei mezzi di comunicazione più potente al mondo. Molti centri commerciali, o semplici negozietti di quartiere, se non distribuissero volantini della loro inaugurazione o che comunque forniscano informazioni ai destinatari, non sarebbero molto conosciuti. Questa è l’importanza di un semplice foglio di carta pubblicitario. Un banale volantino di carta che però richiede tecnica nel produrlo. Molte persone, quando ricevono i volantini, guardano subito di cosa si tratta e, se non gli interessa, quest’ultimo finisce dentro al cestino in breve tempo.
Ma per evitare ciò, è essenziale avere una parte grafica ben curata. Scegliere i colori e il font adatto, sollecita i consumatori a guardarlo con più attenzione e li invita ad essere più razionali prima di gettarlo via. Spesso, per la creazione e la stampa dei volantini, occorre l’ausilio di un grafico. Questo perché la mano di una persona esperta piuttosto che un’altra non competente in materia, si vede nei risultati.

Piccoli accorgimenti che fanno la differenza

Basti pensare anche alle dimensioni del volantino: farne uno grande e riempirlo di una quantità esagerata di informazioni, diviene non solo confusionario, ma anche incomprensibile agli occhi del destinatario, perdendo così di efficacia. La medesima cosa vale anche per le frasi al suo interno. Frasi che non devono essere scontate, ma devono essere scritte in modo tale che incuriosiscano il consumatore a saperne di più. Insomma, frasi accattivanti.
Frasi che però devono essere ben leggibili da una lettura veloce, spesso distratta da altro. Lo spazio conta molto. Dare una giusta distanza tra una frase e un’altra, aumenta le probabilità che la persona sia più interessata e invogliata ad informarsi di quanto scritto.

Ma un volantino ben scritto e curato basta per suscitare l’attenzione del cliente?

Si, ma in realtà non occorre solo questo. Un volantino che non presenta un’immagine al suo interno, perde almeno il 50% del suo potenziale.
Se si vuole sponsorizzare una promozione o un’attività appena inaugurata, l’immagine è il punto focale del volantino. Non solo conferisce ricchezza e completezza, ma funge da calamita nei confronti di chi sta leggendo.
Il volantino ha un potenziale eccezionale, ma eccezionale deve essere anche il punto strategico dove distribuirli. Dipende da cosa tratta la pubblicità, ma in base al target di età interessata, avere dei luoghi accuratamente selezionati è l’unico modo per aumentare la clientela.
Un semplice foglio di carta con della pubblicità sopra, sembra essere così scontato ed è così facile accartocciarlo.
Ma in realtà il lavoro che c’è dietro è enorme. È un mezzo di comunicazione fondamentale perché ti permette di raggiungere persone che non si conoscono e suscitare la loro attenzione.

Pubblicato in Posta

Scritto da

La Vera Cronaca

La Vera Cronaca, giornale online libero e indipendente

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: