Seguici su:

Focus

Letto 60 Volte
Condividi

Vendere o acquistare casa con inquilino dentro: cosa dice la legge?

È possibile vendere una casa con un inquilino dentro? È una domanda che si pongono in molti visto che può capitare di voler acquistare (e dall’altra parte, di voler vendere) un immobile occupato da un inquilino con contratto di affitto. Ebbene ciò è possibile, la legge italiana permette la vendita di un immobile locato, anche prima della scadenza del contratto di locazione in corso. Questo significa che il nuovo proprietario subentra automaticamente nei diritti e negli obblighi del vecchio proprietario nei confronti dell’inquilino. Vediamo i dettagli su come vendere casa con inquilino dentro.

Diritto di prelazione

In alcuni casi, l’inquilino può avere un diritto di prelazione sull’acquisto dell’immobile. Questo significa che ha il diritto di essere preferito rispetto ad altri acquirenti, a patto di uguagliare le condizioni proposte all’acquirente originario. Il diritto di prelazione sussiste nei seguenti casi:

  • Se l’inquilino è un affittuario commerciale.
  • Se l’inquilino è un affittuario ad uso abitativo che ha stipulato un contratto di locazione di durata superiore a quattro anni (8 anni per i contratti di locazione stipulati dopo il 1° settembre 2019).
  • Se l’inquilino è un familiare del locatore (coniuge, figli, generi, nuore, fratelli, sorelle).

Come esercitare il diritto di prelazione

L’inquilino deve comunicare al venditore la sua volontà di avvalersi del diritto di prelazione entro 60 giorni dalla notifica dell’avviso di vendita. La comunicazione deve essere fatta per iscritto, a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno. Se l’inquilino non esercita il diritto di prelazione, il proprietario può liberamente vendere l’immobile a qualsiasi altro acquirente.

Consigli per vendere una casa con inquilino

Se si sta pensando di vendere una casa con un inquilino dentro, ecco alcuni consigli:

  1. Comunicare per tempo la decisione all’inquilino. È importante essere trasparenti e comunicare all’inquilino la propria intenzione di vendere la casa con largo anticipo.
  2. Rispettare i diritti dell’inquilino. L’inquilino ha il diritto di continuare a vivere nell’immobile fino alla scadenza del contratto di locazione. Non lo si può obbligare a lasciare la casa prima del tempo.
  3. Essere disponibili a far visionare l’immobile ai potenziali acquirenti. L’inquilino è tenuto a consentire la visita dell’immobile ai potenziali acquirenti in orari concordati.
  4. Valutare la possibilità di offrire un incentivo all’inquilino. Se l’inquilino accetta di lasciare la casa prima della scadenza del contratto, gli si potrebbe offrire un incentivo, come un rimborso parziale del canone di locazione o un contributo per il trasloco.
  5. Farsi assistere da un professionista. Nel caso di dubbi o perplessità, è consigliabile farsi assistere da un avvocato o da un agente immobiliare esperto in materia di locazioni.
Pubblicato in Focus

Scritto da

Giornalista scomodo - "L'unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: