Seguici su:

Posta

Letto 590 Volte
Condividi

A Paola (Cs) l’incontro per parlare di violenza sulle donne

Ogni due giorni una donna perde la vita uccisa dal proprio partner. Il suo ex marito, l’attuale compagno o un uomo che si è invaghito di lei. Una piaga che sembra non volersi fermare e che continua a mietere vittime innocenti.
L’associazione Artemisia di nuova nascita a Paola, retta da Rosangela Cassano (avvocato e Presidente) e Simona Nigro( psicoterapeuta e Vice Presidente), ha deciso di organizzare un primo incontro molto importante e con relatori di notevole spessore per parlare della violenza sulle donne.

Pubblicità

Come affrontare questa piaga

violenza sulle donneMartedì 28 novembre a partire dalle ore 17,00, Presso il Chiostro di Sant’Agostino – Paola- si parlerà di donne, di violenza e di come affrontare questa piaga. Parlarne anche dopo il 25 novembre, scelta nel 1999 come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite. Una data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste, riunitesi nell’Incontro Femminista Latino-americano e dei Caraibi, tenutosi a Bogotà nel 1981. Questa data in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.
L’incontro sarà un’ottima occasione per far conoscere l’Associazione Artemisia, che porta questo nome in onore della pittrice Artemisia Gentileschi, una della prime donne della storia a ribellarsi al suo stupratore, sottoponendosi a un processo che nel 1600 era disonorevole più per l’aggredita che per l’aggressore, pur di arrivare a far valere la verità.

L’Associazione Artemisia e la violenza sulle donne

Una iniziativa che ha registrato il sostegno dell’amministrazione comunale di Paola. Dopo i saluti del sindaco, l’avvocato Roberto Perrotta e l’Assessore alle Pari opportunità Marianna Saragò, ci saranno gli interventi della On.le Monica Cirinnà (firmataria della Legge n. 76 del 2016), del Consigliere Regionale Orlandino Greco, del Professore Filippo Petruccelli (Direttore Istituto per lo Studio delle Psicoterapie), della Dottoressa Lorita Tinelli (Fondatrice Centro Studi Abusi Psicologici), dell’Avvocato Massimo Florito (Presidente Associazione Cammino) e soprattutto della signora Vera Squatrito (madre di Giordana di Stefano, uccisa con 42 coltellate dal suo compagno). L’incontro sarà intermezzato dalle coreografie della scuola “progetto Danza”
Bisogna fare rete ed essere uniti tutti contro un crimine che purtroppo sembra non voler abbandonare le cronache giornaliere. In Italia non mancano le leggi per combattere la violenza contro le donne, disciplina ulteriormente rafforzata dal Decreto Legge 93 del 2013 sulla violenza di genere, convertito nella Legge 119 del 15 ottobre 2013. Ciò che è necessario è una vera rivoluzione culturale.

Pubblicato in Posta

Scritto da

La Vera Cronaca

La Vera Cronaca, giornale online libero e indipendente

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: