Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 465 Volte
Condividi

Arriva l’Asdi: nuovo assegno di disoccupazione

Un assegno destinato a sostenere i lavoratori con oltre 55 anni o che abbiano figli minori che versano in condizioni economiche disagiate; è questa l’Asdi, nuovo sussidio destinato a coloro i quali abbiano terminato il supporto della Naspi.
Quest’ultima era un’indennità di disoccupazione istituita in data 1 maggio 2015 e cha a sua volta aveva preso il posto della Aspi, ammortizzatore sociale la cui sigla stava a significare Assicurazione Sociale per l’Impiego (Aspi) e che era andata a sostituire, unificandole, le diverse tipologie di sostegno al lavoratori presenti prima.
L’Asdi che entra ora in funzione è quindi un nuovo assegno di disoccupazione riservato a chi, terminato il supporto della Naspi, non abbia ancora trovato lavoro.

Pubblicità

Come richiedere l’Asdi:

Per usufruire dell’Asdi è necessario che il richiedente dimostri di versare in difficoltà economiche e di presentare uno dei due requisiti di seguito: avere minori in famiglia o essere over 55 e non avere maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato.
Nei casi in cui verrà concesso, l’ammortizzatore sociale Asdi corrisponderà al 75% dell’ultimo assegno Naspi percepito per una cifra massima di 448 euro (tetto dell’assegno sociale); la durata che non potrà essere superata sarà di 6 mesi.
L’Asdi spetterà quindi a disoccupati di lunga durata. Per riceverla è necessario avere sottoscritto un progetto personalizzato in un centro per l’impiego; inoltre il richiedente non deve avere già usufruito dell’Asdi in un dato periodo prima della richiesta.

Il disoccupato dovrà seguire un progetto personalizzato:

L’assegno relativo all’Asdi verrà erogato dall’Inps per un massimo, come detto sopra, di 6 mensilità e per una cifra pari al 75% dell’ultimo assegno Naspi goduto.
Una prestazione che, come abbiamo visto, sarà legata ad una contingenza; ovvero che il richiedente segua un progetto personalizzato stabilito con il centro per l’impiego di riferimento. Se la persona smette di seguire queste iniziative stabilite, si passa alla decurtazione dell’assegno fino alla totale sospensione qualora si reiteri nella mancanza.
Da sottolineare che l’Asdi sarà compatibile con eventuali prestazioni assistenziali e pensionistiche ad esclusione di assegno sociale e pensioni di vecchiaia, anzianità e inabilità.
Per richiedere l’Asdi ci si può recare presso un patronato Caf; si può procedere online tramite il sito dell’Inps; o in alternativa si può chiamare il numero gratuito 803164 da rete fisso o il numero a pagamento 06 164164 se si chiama da telefono cellulare.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Pierfrancesco Palattella

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: