Seguici su:

Sociale

Letto 791 Volte
Condividi

La spesa degli italiani: come sono cambiate le abitudini

Come cambia il carrello della spesa degli italiani e le relative abitudini: un discorso complesso che corre via veloce (i tempi di internet d’altra parte tutto sono fuorchè lenti), di pari passo con i mutamenti sociali che vedono la tecnologia sempre più al potere; ed ultimamente purtroppo, anche con la necessitò di fare i conti con il Coronavirus che ha stravolto le vite dei cittadini.
Nei mesi del lock down c’è stato, come prevedibile, un boom di tutto ciò che transitava tramite la rete: anche la spesa alimentare, che si è dovuta reinventare in modo piuttosto rapido perché non era pronta a questo stravolgimento.

Cresce la spesa tramite internet

In generale gli acquisti tramite e-commerce sono cresciuto del +140% (dati: studi di mercato Nielsen) durante il lock down della scorsa primavera: una cifra ovviamente alimentata proprio dalla necessità di rivolgersi in modo costante alla rete.
Ed allora anche fare la spesa è un qualcosa che passa dalla rete, tramite app che consentono di acquistare direttamente, come un tradizionale e-commerce; o attraverso siti che permettono di preordinare, andando poi al supermercato su appuntamento (sempre nell’ottica di evitare assembramenti).
Un cambio di abitudini che si è riverberato anche dopo il lock down visto che il 36% circa dei consumatori ha proseguito ad effettuare spesa online successivamente alla riapertura del paese ed il ritorno ad una condizione più o meno di normalità, come accaduto la scorsa estate.

Le opportunità della rete

Forse gli italiani, per necessità, hanno toccato con mano quelli che possono essere i vantaggi di acquistare direttamente online, anche generi di prima necessità. Come riportato in un interessante articolo sul sito ilgiornaleurbano.it, oggi in rete è possibile fare la spesa approfittando di tantissime offerte che vanno dai buoni sconto a promozioni varie. Il discorso legate a tessere fedeltà e raccolta punti era presente già da anni, ma l’avvento del web ha influito maggiormente andando a creare un mondo nuovo, fatto di app dei più grandi rivenditori per poter usufruire di coupon, buoni spesa ecc…
In generale, come riportato dal sito del Sole 24 Ore, il primo semestre del 2020 si è chiuso con un record per quanto riguarda i dati sulla spesa degli italiani. Un +9,2% per un risultato eclatante, uno dei pochi comparti che anche in epoca di lock down è cresciuto: le restrizioni imposte per fronteggiare la pandemia hanno determinato il crollo di tutti i consumi extra domestici ed un incremento mai registrato prima per i beni di prima necessità.

Pubblicato in Sociale

Scritto da

Scrittore, giornalista, ricercatore di verità - "Certe verità sono più pronti a dirle i matti che i savi..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: