Seguici su:

Sociale

Letto 777 Volte
Condividi

Concorso fotografico per disabili. La bellezza che non ti aspetti

Un concorso fotografico assolutamente particolare nato all’interno della realtà di Disabili News, portale informativo a 360 gradi sul mondo della disabilità che da anni offre approfondimenti e contenuti sulla tematica.
Un’idea originale che nasce dalla grande ‘multimedializzazione’ attuale che vede gli utenti connessi tutto il giorno a dispositivi mobili; spesso e volentieri per condividere proprie foto o istantanee varie su qualche canale social.
Da qui nasce l’idea di dar vita al Concorso Fotografico “In vacanza con DisabiliNews” aperto a tutti. Il regolamento prevede di dover scattare una foto che testimoni come si sta trascorrendo la propria estate: che sia in una spiaggia al tramonto o nella tranquillità di una metropoli ad agosto; o che si voglia anche andare a denunciare una problematica di accessibilità o una difficoltà legata a barriere architettoniche.

Pubblicità

Necessità di sdoganare il tema disabilità

Quello che conta è che sia ben visibile, in foto, la scritta ‘Disabili News’. In palio oltre a premi quali Smartphone, Tablet, orologi, gadget vari anche la possibilità, solo per i primi 5 classificati, di vedere le proprie foto pubblicate all’interno di un album. Le singole istantanee caricate sul sito possono infatti essere votate dai visitatori così da generare una classifica delle più apprezzate.
Un’idea interessante soprattutto se messa in riferimento alla necessità di sdoganare il tema disabilità, considerato ancora un argomento tabu come abbiamo visto anche parlando di tematiche delicate quali disabilità e sesso. Per parlare di questa iniziativa abbiamo rivolto qualche domanda alla redazione di Disabili News.

Un concorso fotografico accessibile

Ci parlate di questo concorso fotografico indetto da Disabili News? Come nasce l’idea?
“L’idea alla base è semplice, considerando che al giorno d’oggi gli utenti sono iper-connessi ed utilizzano qualsiasi pretesto per poter scattare una foto, come un pranzo, un tramonto, un selfie…abbiamo pensato: perchè non dare loro un buon motivo per cercare l’immagine perfetta? Il punto importante è che anche le persone disabili possono farlo; il concorso è aperto a tutti, ma ci piacerebbe che le foto raccontassero di un estate accessibile, che parlassero di storie di vita vissuta e gridassero come noi do much more
Quanto coinvolgimento state riscontrando e quante persone stanno inviando le proprie foto?
“La partecipazione è stata fin da subito importante, il concorso sta riscuotendo un grande successo, l’idea piace e continuano ad arrivare nuove foto, spesso in grado di scalare la classifica in pochi giorni. I premi poi sono importanti, parliamo di PlayStation 4, Smartphone, Tablet e molto altro, questo è sicuramente uno stimolo in più; a tal proposito ricordiamo a chiunque volesse, che partecipare al concorso è semplice e c’è tempo fino al 30 Settembre. Trovate tutti i dettagli sul nostro sito DisabiliNews.com nella sezione concorso.”

Comprendere le reali necessità dei disabili

Quale messaggio vorreste far passare con questo concorso?
“Il messaggio è ampio, un disabile combatte ogni giorno per cose che molti danno per scontate, vorremmo che il mondo iniziasse a comprendere le necessità reali di questa categoria ed affrontasse, con politiche concrete, i tanti aspetti che troppo spesso affliggono ed incatenano i disabili a destini di pura sopravvivenza.”
Quali sono le criticità maggiori?
“Per citarne alcune un reddito dignitoso, l’assistenza domiciliare, i trasporti pubblici e le barriere architettoniche, e potremmo andare avanti. Non sono i disabili a dover chiedere aiuto, ma dovrebbe essere il mondo ad offrire tutta l’assistenza necessaria, per garantire loro una vita felice.”

Disabilità e concetto di bellezza

La disabilità fisica può essere bella da fotografare?
“Cos’è bello se anche la top model più incredibile tra trent’anni vedrà scemare la sua bellezza? Chiaramente il concetto di bello è assolutamente soggettivo e per questo vi invitiamo a dare uno sguardo agli scatti in gara per dimostrarvi che si, la disabilità può essere bella.”
Avete ricevuto qualche critica per questa vostra iniziativa?
“Assolutamente no, anzi come dicevamo la partecipazione è grande, anche da personaggi ‘in vista’ nel mondo della disabilità; si sta spargendo la voce e sempre più persone vogliono dire la loro con uno scatto che racconti la propria estate.”
Quanto è lungo ancora il percorso per far apparire normale, agli occhi della gente, chi vive con una disabilità fisica?
“Purtroppo è ancora molto lungo, basti pensare che ancora si discrimina chi non è del proprio ceto sociale o dello stesso colore; ma siamo fiduciosi e lavoriamo ogni giorno per fare in modo che questa cattiva abitudine possa cambiare.”

Pubblicato in Sociale

Scritto da

Pierfrancesco Palattella

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: