Seguici su:

Inchieste

Letto 1324 Volte
Condividi

Doping da banco, quando i farmaci diventano illegali

Prodotti da banco, i cosiddetti OTC, ovvero medicinali che possono essere venduti direttamente in farmacia senza obbligo di prescrizione medica e che nascono per curare determinati disturbi; solo che, talvolta, se ne fa un utilizzo differente.
Sono diversi, noti soprattutto in ambito sportivo visto che il loro utilizzo può avere effetti all’apparenza positivi sul fisico: diventare magri, muscolosi, ben definiti è praticamente il sogno di tutti, soprattutto di chi pratica attività sportiva, con particolare riguardo al body building.
Che in quell’ambiente gira tanta roba pericolosa è ormai risaputo: il fatto curioso è che, spesso, non si tratta di doping o sostanze affini, bensì di farmaci che nascono, magari, per curare l’asma, la bronchite o altre patologie. Chi assume queste sostanze in ambito sportivo, ovviamente, non ha alcuna patologia e lo fa senza alcuna prescrizione medica; magari fidandosi di quanto gli viene consigliato o di ciò che legge su internet.

Sostanze dopanti più pericolose

Ce ne sono diverse: la più nota probabilmente è l’Efedrina, utilizzata nell’ipotensione e che può accelerare determinati processi cognitivi molto simili a quelli prodotti dalla caffeina. In ambito sportivo viene usata (o sarebbe meglio dire, abusata) per ottenere un dimagrimento al punto che il CIO, Comitato Olimpico Internazionale, l’ha inserita di diritto nelle sostanze dopanti.
Ma non è la sola: ce ne sono anche altre, forse meno note ma ugualmente pericolose e molto utilizzate, illegalmente, dagli sportivi dilettanti. È il caso del Clenbuterolo, la cui pericolosità è stata evidenziata in una inchiesta giornalistica condotta da Gioco Pulito.

Il Clenbuterolo: cos’è e quali sono i rischi?

Si parla di un broncodilatatore, che in ambito sportivo è riconosciuto per avere effetti termogenici (processo metabolico che consiste nella produzione di calore da parte dell’organismo, soprattutto nel tessuto adiposo e muscolare) e lipolitici (in sintesi, il processo con il quale l’organismo brucia i grassi).
In sostanza assumendo il Clenbuterolo, si va ad innalzare la temperatura del proprio corpo sopra ai valori ordinari; il che aumenterà il processo legato alla perdita di grasso corporeo. Ecco allora che il Clenbuterolo è diventato un farmaco molto ambito da chi pratica body building o comunque attività sportiva a livello professionale / semiprofessionale: soprattutto da chi conferisce particolare riguardo all’aspetto estetico.
Un ciclo a base di Clenbuterolo (almeno un paio di settimane) alternato ad Efedrina e caffeina e con una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati, consente di arrivare, nel giro di qualche settimana, a raggiungere uno stato di forma notevole, con i muscoli definiti al massimo.

L’obbligo di ricetta medica non è rispettato

Uno dei farmaci più noti a base di Clenbuterolo è il Monores: che da foglietto illustrativo, fa parte dei farmaci per curare l’ostruzione delle vie respiratorie. Un farmaco piuttosto invasivo quindi, che richiede la ricetta medica per essere acquistato in farmacia.
Sempre secondo quanto riportato nell’inchiesta pubblicata su Gioco Pulito, la realtà è spesso differente in quanto su 10 farmacie alle quali il giornale si è rivolto per richiedere il Monores fingendo di averne necessità per attacchi di asma, otto avrebbero accettato di venderlo anche senza ricetta.
Ecco allora che, in questo modo, si mette in circolazione una sostanza molto pericolosa che potrà poi essere rivenduta sul mercato nero degli sportivi, da usare come sostanza dopante con effetti collaterali anche gravi.
Tra l’altro il Clenbuterolo è diventata una sostanza molto richiesta come surrogato dell’Efedrina, che è quasi introvabile e che ha prezzi elevatissimi: viceversa il Monores si trova oggi a buon mercato e con maggiore semplicità. Con tutti i rischi del caso, come ad esempio quello di sbagliare dosi e ritrovarsi in overdose da questo farmaco.

Fonti:

  • https://it.wikipedia.org/wiki/Efedrina
  • https://www.my-personaltrainer.it/farmaci/monores.html
  • https://giocopulito.it/clenbuterolo-doping/
Pubblicato in Inchieste

Scritto da

Pierfrancesco Palattella

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: