Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 573 Volte
Condividi

GSE, cosa’è il Gestore dei servizi energetici S.p.A

La questione dei servizi energetici, in un Paese come il nostro, rappresenta un punto cruciale in particolare per la tenuta dei bilanci familiari, alla luce del fatto che le bollette ne costituiscono una voce importante.
In particolare va ricordato che il nostro Paese è quello che vanta, si fa per dire, le tariffe più salate a livello europeo, come del resto è stato ricordato anche di recente dall’Aeeg (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas). Proprio per questo quando si affronta il tema, deve essere preso in considerazione un attore fondamentale come il Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

Pubblicità

GSE cos’è

Il GSE è una società per azioni nata nel 1999, su impulso del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che ne è il controllore, mentre al Ministero dello Sviluppo Economico spetta il compito di indicarne indirizzi strategici e operativi. In particolare, però, il ruolo del GSE è centrale per quanto concerne la promozione dello sviluppo sostenibile e un più razionale utilizzo dell’energia.

Gestore dei servizi energetici GSE S.p.A cosa fa

Tra i compiti più importanti che sono stati conferiti a norma di legge al Gestore dei servizi energetici GSE c’è anche la definizione delle politiche di incentivazione della produzione di energia da fonti rinnovabili. Un ruolo che viene portato avanti sotto forma di sostegno per gli impianti fotovoltaici in “Conto Energia”, il ritiro dedicato e lo scambio sul posto dell’energia prodotta dagli impianti interessati, gli incentivi del conto termico, ovvero il programma teso alla riduzione del fabbisogno di energia termica degli edifici, e l’emissione dei certificati verdi e bianchi.

GSE ed energie rinnovabili

Proprio il GSE ha di recente pubblicato un Rapporto statistico sulle fonti energetiche rinnovabili che fa riferimento agli ultimi dati disponibili, quelli del 2017 (rapporto disponibile sul GSE portale a questo link). Uno studio che attesta la riuscita delle politiche portate avanti nel corso degli ultimi anni, tale da fare del nostro Paese uno dei treni a livello mondiale per l’adozione di politiche energetiche sempre più verdi e sostenibili.
In particolare, il rapporto mette in evidenza il consolidamento del peso delle energie rinnovabili all’interno del sistema nazionale, con una percentuale che è salita dal 17,4% fatto registrare nel corso del 2016 al 18,3% del 2017.
Per capire meglio il valore del risultato conseguito, occorre ricordare che tale valore è superiore, per il quarto anno consecutivo, al target che è stato assegnato al nostro Paese dalla Direttiva 2009/28/CE per il 2020, ovvero al 17,0% indicato in quella sede.

G.S.E., il fotovoltaico in Italia

Altro dato da segnalare sempre presente sul sito www.g.s.e.it è poi il record storico nella produzione di energia derivante da impianti fotovoltaici, salita a 24,4 TWh, oltre un decimo in più rispetto al dato conseguito dodici mesi prima.
Mentre è un altro rapporto, quello stilato dal centro studi tedesco Agora Energiewende in collaborazione con l’inglese Sandbag dal titolo “Il settore energetico europeo nel 2018″, ad affermare come l’Italia guidi il continente anche nella produzione di energia solare, attestandosi in questo caso al 9%, oltre il doppio della media europea. Ad ulteriore dimostrazione dell’efficacia delle politiche portate avanti dal GSE nel corso del tempo.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: