Seguici su:

Focus

Letto 874 Volte
Condividi

Empatia: definizione, sinonimi, significato

Sempre più spesso oggi si sente parlare di empatia. Chiunque, almeno una volta, ha detto di qualcuno “è poco empatico” oppure “manca il senso di empatia”. Ma cos’è l’empatia? Sappiamo fino in fondo cosa diciamo quando pronunciamo questa parola? Empatia è una parola che deriva dal greco “en-pathos”, ovvero sentire dentro.
Da questa definizione etimologica possiamo facilmente arrivare al suo significato contemporaneo: comprendere e accogliere i pensieri, le emozioni e le sensazioni dell’altro. Quello dell’empatia è un concetto che pone le sue basi sullo scambio con l’altro: comprendere meglio le emozioni altrui per potersi mettere nei suoi panni e capire il perché dei suoi gesti e delle sue azioni.

Empatia: definizione e significato

L’analisi sull’empatia è stata condotta per la prima volta dalla psicologa Norma Feshbach, che ne ha analizzato le caratteristiche e le componenti principali, che possiamo riassumere in questo modo:

• Intercettare, accogliere e comprendere i pensieri e gli stati d’animo dell’altro;
• Immedesimarci nell’altro per poter comprendere la sua prospettiva e la sua visione;
• Rispondere in maniera accogliente alle emozioni dell’altro.

In questa prospettiva, l’empatia si colloca come una delle principali chiavi d’accesso per poter comprendere le persone che ci circondano, le loro emozioni e le loro reazioni. L’empatia fa parte di quello che possiamo chiamare “corredo genetico” di una persona. È possibile rendersene conto quando ci si rapporta con una persona che ci sembra subito più o meno accogliente e disponibile a capire le emozioni delle persone.

Empatia nella psicologia e nella filosofia

La parola empatia è certamente ampiamente utilizzata in ambito psicologico, psicoanalitico e psicoterapeutico, ma non manca la sua interpretazione anche in ambito filosofico.
In filosofia, soprattutto in estetica, l’empatia è il concetto che racchiude tutte le emozioni che si possono provare a livello fisico davanti a un determinato oggetto. Emozioni che possono essere tanto di disagio quanto di piacere e che vengono definite come “emozioni estetiche”.
Per quanto riguarda invece l’ambito psicologico, l’attenzione nei confronti del termine empatia è stata maturata nei primi anni del 1990, quando molti psicologi, a partire da Quine, hanno iniziato a riflettere sulle reali implicazioni sociali delle reazioni empatiche intese proprio come processi di immedesimazione con l’altro. Da qui, all’interno della prassi psicoterapeutica nei confronti di disturbi come quello narcisistico, la simulazione empatica è diventata uno degli strumenti più importanti di cura e terapia.

Empatia: sinonimi

Nel linguaggio di uso corrente, il termine empatia viene associato ai sinonimi:

  • Identificazione;
  • Immedesimazione.
Pubblicato in Focus

Scritto da

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: