Seguici su:

Focus

Letto 1638 Volte
Condividi

Circuito Swift per pagamenti: cos’è e a cosa serve

In queste ore si fa un gran parlare di Swift, visto che a seguito della guerra in Ucraina e dell’invasione della Russia si è ipotizzato, tra le diverse sanzioni europee verso il paese di Putin, di escluderlo dalla rete Swift. Di cosa si parla?
Lo Swift è un acronimo che sta per “Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunications”, un sistema di codici che permette il trasferimento di denaro in tutto il mondo, senza intoppi. Ecco allora che si comprende quali potrebbero essere le conseguenze qualora la misura di escludere la Russa dallo Swift andasse in porto.

Cos’è un codice Swift

Un codice Swift è un codice utilizzato per identificare il paese, la banca e la filiale in cui è registrato un conto. Quando si invia denaro ad un conto bancario che abbia sede all’estero ad esempio, sarà indispensabile indicare lo Swift per essere certi che i soldi arrivino nel posto giusto. Spesso il codice Swift è chiamato anche BIC (Bank Identifier Code); nel concreto sono esattamente la stessa cosa.

A cosa serve un codice Swift

Quando invii un bonifico bancario in un altro paese, viene richiesto di fornire un codice Swift che va a identificare il paese, la banca e la filiale in cui è tenuto il conto del mittente. Senza questo codice, il bonifico bancario potrebbe non arrivare a destinazione. Un codice Swift è composto da 8 o 11 lettere e numeri: un codice alfanumerico che prevede:

  • AAAA: codice bancario di 4 caratteri;
  • BB: codice paese a 2 caratteri
  • CC: codice posizione a 2 caratteri

Come fare per conoscere il codice Swift prima di effettuare un’operazione? Le banche spesso mettono i loro codici nei loro estratti conto cartacei. È anche possibile accedere direttamente al sito internet della banca in questione e ricercarlo. Come si diceva, il codice Swift è spesso chiamato Bic: si tratta della medesima cosa, entrambi questi codici sono costituiti da numeri e lettere utilizzati per identificare il paese, la banca e la filiale presso cui è registrato un conto.

Codice Swift e Iban: differenze.

Invece è importante rimarcare la differenza che c’è tra un codice Swift e un Iban: si tratta di codici diversi in quanto lo Swift viene utilizzato per identificare una banca specifica durante una transazione internazionale, mentre un Iban (International Bank Account Number) identifica un conto individuale nella singola transazione.
L’Iban è utilizzato in molti paesi del mondo e può essere lungo fino a 34 caratteri includendo sia numeri che lettere. Entrambi i codici Swift e Iban sono importanti per il buon funzionamento dei trasferimenti di denaro a livello internazionale.

Conseguenze per esclusione di un paese dal circuito Swift

Cosa succede quindi se un paese viene escluso dal circuito Swift, come potrebbe accadere per la Russia qualora le misure venissero messe concretamente in atto? Che tutti i pagamenti da e per la Russia tramite bonifico bancario potrebbero essere bloccati. Concretamente, le conseguenze potenziali sarebbero per la Russia e per le sue imprese, visto che tutte le aziende che effettuano scambi commerciali con Mosca (e tra queste ce ne sono moltissime anche italiane) potrebbero vedere uno stop alla possibilità di inviare e ricevere pagamenti.

Pubblicato in Focus

Scritto da

Giornalista di inchiesta, blogger e rivoluzionario

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: