Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 539 Volte
Condividi

Settore dei viaggi, come si sta evolvendo

Sempre più sostenibili, a contatto con la natura e all’insegna del low cost, ormai diventato un tratto distintivo che non può essere eliminato. Sono queste le tendenze per quanto riguarda il futuro (ed anche il presente) dei viaggi.
Nuovi concetti che vanno a designare declinazioni di vacanze innovative, come nel caso di green, eco friendly (e la stessa Greta Thunberg apprezzerebbe), perfino sharing dato che molti dei nuovi concetti legati al turismo affondano le proprie radici nella sharing economy, a partire da Airbnb in giù.
Nuovi modelli di viaggio dei quali si è parlato anche in occasione della Bit2020, ovvero la Borsa internazionale del turismo che è probabilmente l’evento più importante del settore, manifestazione internazionale che si tiene da 40 anni a Milano.

A contatto con la natura

Secondo quanto emerso in sostanza, la natura è sempre più al centro della proposta turistica italiana e le ultime tendenze portano tutte in questa direzione: si parla quindi di partire a piedi, intraprendere cammini a contatto con la natura in uno dei tanti itinerari meravigliosi presenti lungo lo Stivale.
In aggiunta a questo si parla anche di ecosostenibilità, quindi di vacanze di tutt’altro impatto rispetto al passato: in grande crescita tutto ciò che riguarda le bici con vacanze bike friendly. Il tutto grazie alla diffusione delle piste ciclabili nel paese ed all’apertura da parte di strutture che consentano tale eventualità. Anche in questo caso d’altra parte, i territori da scoprire in tutta Italia sono realmente tanti.

I viaggi low cost

C’è poi tutto il mondo del low cost che continua ad imperare e che ormai farà parte stabile del futuro del settore. Benchè i pacchetti vacanze low cost siano tra i più venduti soprattutto in rete, non è un discorso necessariamente legato al risparmio; anche qui spesso il tema si fonde con la necessità di una sostenibilità e con la nascita di una filosofia interamente nuova.
Si parla tanto di sharing economy, l’economia della condivisione, e proprio dal turismo sono arrivati i primi segnali al riguardo. Si pensi alla nascita di piattaforme per offrire ospitalità, come nel caso di Airbnb, che garantiscono un risparmio ma anche un modo di viaggiare totalmente differente rispetto al soggiorno in un hotel. E da Airbnb, capostipite, hanno poi presospunto altre realtà come quelle per la condivisione dell’auto o del mezzo di trasporto; addirittura per lo scambio di case tra utenti registrati alla medesima piattaforma.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: