Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 578 Volte
Condividi

Arrivano le multe per chi getta sigarette in terra

Un provvedimento a tutela dell’ambiente del quale si parlava da anni e che adesso sta per diventare operativo. Chi getta cicche di sigaretta per terra verrà punito con una multa.
Lo prevede una norma del ddl sulla Green Economy, ovvero la legge n. 221 del 28 dicembre 2015 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 18 gennaio 2016. Il provvedimento diverrà operativo a partire dal prossimo 2 febbraio 2016 e andrà a sanzionare chiunque sarà sorpreso a gettare mozziconi di sigaretta per terra o anche in mare.
Chi non rispetterà la legge e butterà sigarette per terra andrà incontro ad una multa dai 30 ai 300 euro.

Pubblicità

Il ddl a favore dell’ambiente:

La norma di riferimento nella quale questo provvedimento è stato inserito va a tutelare l’ambiente con altre iniziative: “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali“, questo il nome della legge n. 221 che punta a tutelare la natura e a favorire lo sviluppo sostenibile a difesa delle risorse.
Ci sono articoli che vanno a contrastare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti nell’ambiente; non solo mozziconi di sigaretta, ma anche gettare scontrini, fazzoletti di carta, gomme da masticare per strada o nelle acque potrà essere punito con una multa.
Per garantire l’osservanza del divieto, i comuni dovranno installare nelle strade e in tutti i luoghi ad alta densità di addensamento appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo.

Multe per chi sporca le strade:

Mozziconi di sigarette, scontrini, gomme da masticare ecc.. tutti rifiuti non facilmente biodegradabili e rimuoverli dalle strade delle città ha costi molto elevati.
Secondo l’Ama a Roma si arrivano a spendere circa 5,5 milioni di euro solo per rimuovere i chewing-gum dalle strade contando che, mediamente, su ogni metro quadrato di strada ci sono 20 gomme attaccate all’asfalto.
D’altra parte da quando è entrata in vigore la legge che vieta di fumare nei luoghi pubblici al chiuso, ed era il 2003, è aumentato in modo esponenziale il numero di cicche di sigarette gettate per terra. Si stima che ogni anno in Italia vengono buttate a terra circa 72 milioni di mozziconi di sigarette.
Che finiscono anche per avere un impatto sui nostri mari, dato che quelle che cadono nei tombini arrivano poi nelle acque marine e vengono spesso ingerite dai pesci in quanto scambiate per cibo. Nel Mediterraneo ad esempio, le sigarette rappresentano il 40% dei rifiuti
In sostanza, una serie di danni che spesso neanche ci rendiamo conto di fare quando buttiamo a terra una sigaretta.

Altri aspetti del provvedimento:

Per sensibilizzare i consumatori, il Il Ministero dell’Ambiente avvierà campagne specifiche volte a informare i fumatori su questi danni e su quelle che saranno le sanzioni per chi inquina.
Proventi di eventuali multe andranno divisi equamente tra: bilancio dello Stato, per essere poi girate ad un apposito Fondo a tutela del territorio e del mare; e comuni nel cui territorio verranno sanzionate le irregolarità per essere poi reinvesti su campagne di informazione e pulizia e decoro urbano dei comuni stessi.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: