Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 675 Volte
Condividi

Ristrutturazione casa: quali incentivi fiscali e benefici?

Come ormai noto è possibile ottenere benefici fiscali da interventi di ristrutturazioni edilizi. Un provvedimento che ormai da tempo viene prorogato visto anche il successo che ha riscontrato.
Una serie di interventi atti a garantire benefici fiscali a tutti quei cittadini che operano determinati interventi di riqualificazione energetica o lavori di ristrutturazione a vario titolo.
Con la legge di Stabilità del 2016 sono state prorogate fino al 31 dicembre 2016 le aliquote agevolate per le detrazioni IRPEF previste a chi ristruttura e riqualifica immobili o acquista arredi ed elettrodomestici destinati agli immobili oggetto di lavori edilizi agevolati.

Pubblicità

 

I benefici previsti dalla legge di Stabilità:

Sono diversi i benefici fiscali che si possono ottenere dalle ristrutturazioni edilizie; così tanti che spesso non si conoscono nemmeno tutti. Come spiega il portale FacileRistrutturare.it – ristrutturazioni Napoli:
“la legge di stabilità 2016 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015) ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 sia la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. E’ prorogato fino al 31 dicembre 2016 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10mila euro per l’acquisto di mobili.”
In base a quella legge, chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef sale al 50%.

 

Come usufruire delle detrazioni:

“A poter usufruire delle detrazioni – sempre secondo Facile Ristrutturare – sono sia interventi di manutenzione ordinaria che straordinaria. Si parla quindi di sostituzione integrale o parziale di pavimenti anche esterni e il rivestimento e tinteggiatura delle pareti esterne o interne dell’intero stabile; rinnovamento e la sostituzione di parti anche strutturali di edifici, come ad esempio. In sostanza interventi di ristrutturazione a 360 gradi.”
Un’ altra opportunità di ricevere agevolazioni fiscali è data dai lavori cosiddetti di efficientamento energetico: “Ci si riferisce qui a tutti quegli interventi capaci di ridurre la quantità di energia necessaria per il riscaldamento dell’intero edificio. Tra questi ad esempio, l’installazione di pannelli solari, di finestre e infissi termici, di impianti di riscaldamento e climatizzatori ad alta efficienza energetica.”

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Erik Lasiola

Giornalista di inchiesta, blogger e rivoluzionario

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: