Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 152 Volte
Condividi

Cashback Natale: come avere i 150 euro

Una misura alla quale in governo sta lavorando e che è uscita fuori proprio in queste ore: il Natale è alle porte, sarà con ogni probabilità differente rispetto a quelli che si è soliti vivere, con qualche rinuncia e con un carico di complessità da gestire figlio della situazione Covid e della crisi economica ad esso legata.
Proprio per questo si sta pensando ad un misura per favorire i consumi: si tratta di un extra cashback di Natale, ancora in fase di studio. Un rimborso del 10% fino a 150 euro per le spese effettuate con metodi di pagamento tracciabili.

Come funzionerà il Cashback di Natale?

Pagamenti tramite circuiti tradizionali quindi o anche tramite una app che sarà sviluppata per consentire il tracciamento di queste spese. Il Cashback di Natale non potrà tuttavia essere utilizzato per acquisiti online, dato che nasce sì per spingere i consumi, ma anche per aiutare le attività fisiche tradizionali, in crisi per il Covid e soprassate dal web, che invece in questo momento fa affari d’oro.
Quindi il Cashback Natale con rimborso del 10% fino a 150 euro potrà essere utilizzato esclusivamente all’interno di negozi fisici e non, per citare l’esempio più tradizionale, per effettuare acquisti su Amazon. Il meccanismo vero e proprio è ancora allo studio, in fase di definizione.

Come avere accesso al rimborso

Da quello che è lecito sapere ad oggi, il meccanismo (il cui obiettivo è anche quello di porre un argine all’evasione fiscale) andrà ad aggiungersi ai benefici già previsti dal piano cashback che partirà a breve. Quest’ultimo provvedimento prevede la possibilità di rimborso per tutto il 2021 per chi usa i metodi di pagamento elettronici (rimborso che sarà fino ad un massimo di 3,450 euro).
In sostanza i 150 euro aggiuntivi si sommeranno ai cashback già previsti dal Governo per cercare di limitare il fenomeno dell’evasione. Il cashback di natale varrà esclusivamente per acquisti non legati ad attività professionali o di impresa: sarà necessario, dopo aver effettuati gli acquisti, comunicare il numero del proprio codice Iban o della carta di credito per poter ricevere il rimborso diretto.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Pierfrancesco Palattella

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: