Seguici su:

Sociale

Letto 172 Volte
Condividi

Salute delle donne e lotta contro i tumori al seno

È uno dei tumori più problematici, anzi il nemico n.1 del genere femminile in quanto maggior killer: in tutta Italia ci sono circa 50mila nuovi casi di cancro della mammella, dato al quale fa da contraltare una diminuzione, fortunatamente, della mortalità.
Come molti altri tumori, anche quello al seno può essere affrontato e curato con buone speranze se individuato per tempo: la patologia nasce a causa della moltiplicazione incontrollata di alcune cellule della ghiandola mammaria che si trasformano in cellule maligne (fonte: Airc).
Poiché si parla di una forma di tumore che non genera dolore, l’arma migliore è sempre quella della prevenzione e della ricerca di noduli, che possono essere trovati con la palpazione. Tra i fattori di rischio ci sono età, ormoni, familiarità, predisposizione genetica, mancanza di una gravidanza, dieta troppo calorica, obesità.

Numeri e cure sul tumore al seno

Il tumore al seno può essere diagnosticato attraverso una mammografia o con una ecografia. Spesso si procede all’uso combinato dei due esami. L’eventuale cura del tumore al seno passa sempre da intervento chirurgico che si rende necessario per la rimozione dei tessuti malati; intervento cui deve fare necessariamente seguito un ciclo di radioterapia per conservare le cellule sane.
Secondo i dati forniti dal Governo, il tumore al seno è la neoplasia più frequente in assoluto nella popolazione femminile italiana: nel 2019 si sono registrati quasi 53mila casi che rendono questo tumore il più frequente in assoluto prima di colon-retto (49mila casi), polmone (42mila casi), prostata (37mila casi) e vescica (29mila casi).

L’evento Race for the Cure

Di recente si è svolto l’evento Race for the Cure Europe, in tante città d’Europa: per la precisione la kermesse si è tenuta in data 25, 26 e 27 settembre organizzata, nel nostro paese, da Komen Italia. Un evento importante che ha visto, quest’anno, diverse novità tra le quali la partecipazione alla maratona, per la prima volta, di uno dei maggiori fornitori dei giochi d’azzardo, Novomatic – leader nel settore del gioco secondo il sito CasinoHex.
Il gruppo ha deciso di prendere parte alla maratona live che, altra novità dell’edizione 2020 legata a contingenze esterne e non a scelte, si è tenuta in modalità live da remoto, per ovvi motivi di sicurezza vista l’emergenza Covid. Ed è stato così in tutta Europa: 30 Race for the Cure virtuali, tenutesi in 22 paesi del vecchio continente con l’unico obiettivo di supportare la ricerca per la lotta al tumore al seno.
In quell’occasione, oltre 300mila persone hanno partecipato nei vari paesi dimostrando un notevole coinvolgimento, malgrado la necessità di rendere tutto in un contesto virtuale.

Pubblicato in Sociale

Scritto da

Matteo Vespasiani

Giornalista scomodo - "L'unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: