Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 2537 Volte
Condividi

Acquisti online, come scegliere in sicurezza

Un dato che certamente non può passare inosservato quello relativo agli acquisti online portati a termine dagli utenti italiani. Sono state superate le diffidenze iniziali, quelle che hanno portato per anni il nostro paese ad essere relegato sul fondo della classifica in materia di shopping online.
Oggi circa la metà degli italiani (il 53% secondo rilevazioni Eurostat) con riferimento alla popolazione adulta, porta a termine con regolarità acquisti su internet; una contingenza con la quale si devono scontrare anche le aziende che del web hanno fatto il proprio terreno di proliferazione cogliendo tutte le opportunità di questo canale, potenzialmente senza limiti.
Il web è un comparto che si evolve alla velocità della luce e che oggi può offrire notevoli garanzie: i brand noti ed i marketplace più famosi, si veda Amazon ad esempio, non rappresentano più un salto nel vuoto.

Pubblicità

Guida agli acquisti su ecommerce

E quello legato alla sicurezza è stato per anni lo scoglio da superare per sdoganare definitivamente questo universo. Il tutto condito da una certa diffidenza di base, tipica della cultura italiana che vede nei cambiamenti repentini una sorta di minaccia. Oggi acquistare in rete è diventato un piacere, come fare shopping andando in giro per negozi fisici e passando di vetrina in vetrina;
Detto dei brand cui ci si affida senza diffidenza alcuna, sono nate diverse realtà che guidano letteralmente l’utente negli acquisti. Una qualche specie di personal shopper della rete, portali nei quali si offrono consigli su servizi e prodotti da acquistare. Un esempio è Besty5, una sorta di consigliere virtuale su quanto di meglio da acquistare ci sia in rete; una guida agli acquisti detto in termini molto più prosaici dove l’utente può reperire informazioni su prodotti e servizi svariati andando poi a scegliere su quale puntare.

L’evoluzione del mondo ecommerce

Una tendenza interessante in quanto esplicativa di ciò che sta accadendo a livello di rete; quello dell’ecommerce sta diventando sempre più alla stregua del mondo degli acquisti tradizionali, con dinamiche medesime. Tanti negozi virtuali tra i quali scegliere, un’infinità di prodotti da valutare a fondo e perfino guide e consigli sugli acquisti.
Niente di cui stupirsi, ormai il passaggio è stato portato a termine in modo definitivo: la delocalizzazione in rete è compiuta per quello che è un processo ineluttabile, nel senso che difficilmente si tornerà indietro. Sarà sempre più internet il fulcro di tutto, soprattutto parlando di shopping ed acquisti.
In Italia si viaggia su una media di 10mila nuove attività che aprono in rete ogni anno; se si incrocia il dato con quello relativo ai tanti negozi fisici che chiudono battenti per la crisi, si può arrivare ad immaginare quale potrebbe essere la situazione del commercio elettronico di qui ai prossimi 10 anni.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Matteo Vespasiani

Giornalista scomodo - "L'unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: