Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 1295 Volte
Condividi

Il 2018 degli italiani parte male: aumentano le bollette

Non certamente un inizio anno 2018 da ricordare per gli italiani visto che dietro l’angolo ci sono aumenti previsti. Si parla di bollette di luce e gas, quindi di costi legati ad energia elettrica e gas in base al cosiddetto aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori nei servizi di tutela comunicate dall’Autorità per l’energia.
Per dirla in altre parole, un incremento dovuto ad una serie di dinamiche che coincidono e tutte quante con tendenza al rialzo. Si parla ad esempio della ripresa dei consumi; di limitazioni nei transiti di elettricità nella rete italiana; di una indisponibilità prolungata di alcuni impianti nucleari in Francia; di aumento stagionale dei prezzi soprattutto in riferimento a dinamiche invernali.
In sostanza sono queste le motivazioni che porteranno all’aumento delle bollette energetiche nel 2018.

Pubblicità

Perché nel 2018 aumentano luce e gas?

Il consumatore che si chiede perché le bollette di luce e gas aumenteranno nel 2018 deve accontentarsi delle motivazioni sopra elencate. A confermarlo è stata la stessa Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico che ha indicato proprio le motivazioni di questo aumento dei costi.
Chi vorrà cercare di risparmiare sui costi delle bollette energetiche potrà tentare di farlo con i soliti espedienti noti, quindi facendo operazioni di efficientamento energetico e riducendo il più possibile ogni spreco.
Fatto sta che questo 2018 porterà nuovi spese che lo stesso Codacons, associazione a difesa dei consumatori, ha definito una stangata per le tasche delle famiglie italiane. Aumenti che potrebbero avere un impatto forte sulle tasche degli italiani e soprattutto sulle famiglie a reddito medio basso.

Di quanto aumenteranno le bollette nel 2018?

Andando più sul concreto, di quanto sarà questo aumento delle bollette di luce e gas nel 2018? Dal 1 gennaio l’incremento sarà del +5,3% per quanto riguarda i servizi di fornitura elettrica; e del +5% per il gas.
Si fa riferimento qui al mercato di tutela, alternativo al mercato libero. Da segnalare che in aggiunta a questi incrementi di luce e gas si registrerà una salita anche dei prezzi sulla rete autostradale italiana: per la precisione un + 2,7%.
Cercando di tracciare un quadro di previsione di quanto si potrebbe spendere in bollette energetiche con questi aumenti, una famiglia media pagherebbe nell’anno scorrevole, quello compreso tra il 1° aprile 2017 e il 31 marzo 2018, circa 535 euro di luce (con un +7,5% rispetto ai 12 mesi dell’anno precedente); e circa 1.045 euro di gas, per un incremento del +2,1% rispetto ai 12 mesi equivalenti del precedente anno.
Una stangata di inizio 2018 che arriva subito dopo i brindisi di Capodanno e della quale, certamente, i consumatori italiani avrebbero voluto fare a meno.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: