Seguici su:

Focus

Letto 1691 Volte
Condividi

Guida per gli host AirBnB: tasse di soggiorno, regole e registrazioni

Da un po’ di tempo a questa parte, tutti gli host italiani che fanno parte della Piattaforma AirBnB si sono dovuti adeguare alle normative per la sicurezza e la normalizzazione degli affitti brevi. Registrare i propri ospiti è diventato obbligatorio, così come far pagare la tassa di soggiorno che successivamente si dovrà versare all’organo competente, ponendosi come sostituto di imposta, l’importante è che alla fine venga versato l’equivalente della somma corretta a seconda della città in cui ci si trova, dell’età e della tipologia di ospiti; per ulteriori info clicca qui e scopri la ricerca di Liligo.

Pubblicità

Ospitare in Italia con AirBnB: come diventare un host

Chiunque può essere un host con AirBnB: basta registrarsi sulla Piattaforma e pubblicare un annuncio gratuitamente: si possono affittare case intere, stanze in un bed & breakfast, un materasso gonfiabile in un appartamento, case sugli alberi nei boschi, castelli incantati e molto altro, senza addebiti di registrazione.
È possibile guadagnare denaro condividendo la propria stanza o casa con viaggiatori di tutto il mondo. Si può pubblicare l’annuncio in quasi tutti i posti del mondo, ma è necessario essere informati su tutte le normative vigenti in Italia o nel paese di riferimento… l’ospitalità regala splendide esperienze ma richiede comunque un certo impegno.

Quali regole seguire per ospitare su AirBnB

È importante essere un host responsabile e organizzato: si possono scegliere le date, i prezzi e i requisiti per gli ospiti; si potranno inoltre aggiungere facilmente altri dettagli come promozioni settimanali, spese di pulizia e manutenzione immobile o location affittata, fino a scegliere dei prezzi speciali per determinati periodi dell’anno. Durante la creazione del proprio annuncio, occorrerà descrivere la propria casa o l’alloggio che si vuole affittare fornendo tutte le informazioni possibili. Se si hanno dubbi ci si potrà anche iscrivere al Airbnb Community Center per confrontarti con numerosi altri host.
Inoltre, il servizio di Airbnb offre un’assistenza continuativa, ma invita anche i propri affiliati a informarsi autonomamente ed essere sempre aggiornati sulle regolamentazioni per gli affitti brevi del proprio paese. È bene quindi conoscere ogni norma di comportamento, dalla tassa di soggiorno alle normali regolamentazioni di subaffitto o di convivenza nel caso in cui si affittasse un posto letto, pur vivendo con altri coinquilini. Più la propria attenzione a norme e dettagli sarà alta e gradita dagli ospiti, più si avranno possibilità di diventare un Superhost, ovvero un host esperto che spesso viene preferito agli altri nel momento della prenotazione di un alloggio.

Normative locali e Tassa di soggiorno

Alcuni Comuni italiani hanno deliberato regole e normative (come da Regolamento comunale e da Piano Urbanistico) che limitano la possibilità di ospitare dietro compenso per brevi periodi. Inoltre, è prevista la necessità di registrarsi, ottenere un permesso dalla questura prima di procedere con la pubblicazione dell’annuncio.
A seconda delle normative locali, i Comuni si riservano la possibilità di irrogare sanzioni pecuniarie. Per diverse località, la Piattaforma Airbnb si occupa di computare, riscuotere e inviare le tasse di soggiorno, venendo a surrogare l’host, questo però non avviene in Italia dove è il proprietario di casa a doversi organizzare per la riscossione e il successivo versamento dell’imposta turistica.
La tassa di soggiorno viene adottata solo da alcuni Comuni, generalmente si tratta di capoluoghi di provincia, unioni di comuni, località turistiche e città d’arte. Deve essere versata da ogni ospite di strutture ricettive, fatta eccezione per i minori sotto i 10 anni, i degenti che soggiornano per motivi diversi da quelli turistici e gli autisti di pullman turistici. Inoltre, a seconda del comune e del periodo dell’anno, le esenzioni si possono estendere anche ad altre categorie, quindi prima di ricevere degli ospiti nella propria casa vacanze, è sempre meglio informarsi su normative ed eccezioni.

Pubblicato in Focus

Scritto da

Erik Lasiola

Giornalista di inchiesta, blogger e rivoluzionario

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: