Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 680 Volte
Condividi

Prezzo benzina, il triste primato italiano

Una dinamica alla quale si è ormai tristemente abituati nel nostro paese, soprattutto a ridosso delle partenze per le vacanze. Il prezzo della benzina continua ad essere una piaga per l’Italia. A renderlo noto sono i dati del Bollettino petrolifero dell’Unione europea aggiornati al 29 luglio 2019, che parlano di un costo medio del litro di benzina in Italia pari a 1,592 euro mentre il diesel è a 1,478.
Una cifra alta, che comprende le imposte visto che, come noto, per capire perché i carburanti costino così tanto in Italia si deve necessariamente partire da come è composto il prezzo della benzina. Un insieme di tasse, accise quant’altro che fa salire vertiginosamente il costo del carburante alla pompa.

Pubblicità

Prezzo benzina Italia e differenza con Europa

Secondo i dati rilasciati dal Bollettino petrolifero dell’Unione europea, l’Italia non sarebbe tra i paesi il cui prezzo della benzina è tra i più cari: se si parla di benzina prima di noi ci sono Olanda, Danimarca e Grecia. Mentre per il gasolio, più caro del nostro c’è solo quello svedese.
Tutti paesi, ad esclusione della Grecia, dove il costo della vita è più alto e vi è maggiore ricchezza. Perché in Italia la benzina costa così tanto? Come si diceva prima, si deve partire necessariamente da tutte le voci che compongono il prezzo della benzina in Italia: e per la maggior parte sono componenti fiscali, tasse in alcuni casi anche piuttosto anacronistiche che fanno si che fare benzina in Italia sia sempre più costoso.

Perché la benzina in Italia continua a costare tanto?

Secondo un rapporto Aduc sul prezzo dei carburanti, proprio la benzina sarebbe l’elemento più pesante nel budget annuale dell’automobile. I dati rilasciati dal Bollettino petrolifero dell’Unione europea mettono alla luce un dato inquietante.
Partendo dal costo medio del litro di benzina in Italia, imposte incluse, è interessante notare che se un conducente in Italia volesse spendere tutto il suo reddito mensile proprio in benzina, potrebbe acquistare 1.219 litri di benzina in un solo momento. Non poco ma neanche tanto soprattutto se rapportato ad altre realtà.
Ad esempio in Svizzera, paese europeo con il miglior rapporto tra prezzo della benzina e salario medio, se un automobilista volesse fare lo stesso porterebbe a casa 3.388 litri con un unico stipendio mensile. Segno evidente di quanto incida il prezzo del carburante sulle tasche degli italiani, che sempre più si ingegnano alla ricerca di espedienti per pagare meno la benzina.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Marco Cherubini

Scrittore, giornalista, ricercatore di verità - "Certe verità sono più pronti a dirle i matti che i savi..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: