Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 954 Volte
Condividi

Autospurgo: guida ai principali interventi

Un’ostruzione in casa, in ufficio o nella propria attività commerciale rappresenta sempre un problema sgradevole da risolvere tempestivamente. Per questo occorre poter sempre contare su professionisti del settore che, con la massima trasparenza e celerità, possano intervenire su un lavandino come su una fognatura.
Nelle grandi città, in particolare nella Capitale, dove si potrebbe paventare una spesa notevole a fronte di un servizio veloce, sarebbe sempre bene ricercare preventivi puntuali prima che venga svolto il lavoro e professionisti affidabili a cui rivolgersi.
Per beneficiare di un servizio di autospurgo a Roma realmente vantaggioso è necessario affidarsi a professionisti come Idroboss, realtà di riferimento del territorio, disponibile h24, caratterizzato un ottimo rapporto qualità-prezzo e in grado di risolvere ogni problematica in tempi brevi.

Gli interventi di spurgo all’interno delle mura domestiche

Sgorgare un lavandino, un wc o qualsiasi altro sanitario del bagno e della cucina può sembrare più semplice che intervenire su una rete fognaria, ma occorre comunque personale altamente specializzato. Innanzitutto, i migliori professionisti riescono a individuare correttamente la sede dell’ingorgo e, a seconda della profondità si può intervenire in vari modi. L’individuazione stessa avviene spesso mediante tubi flessibili, dotati magari di micro-camera che può rivelare la natura dell’intoppo.
A questo punto, il professionista può decidere di inserire un liquido disgorgante ma potrebbe sconsigliare di effettuare in autonomia tale procedura: alcuni tipi di prodotto, infatti, possono contribuire a creare strati di grasso che intrappolano, letteralmente, le particelle solide fino a peggiorare il problema anziché risolverlo. Per questo, deve sempre essere chi effettua il sopralluogo e poi l’intervento a decidere e consigliare casomai questa soluzione.

Come viene eseguito uno spurgo

Un camion per l’autospurgo si rivela efficace nei casi più difficili: è dotato di una grande autocisterna a tenuta stagna che può contenere anche diversi litri di liquame e, soprattutto, di un tubo in gomma in grado di raggiungere i piani più alti di un’abitazione.
La potente aspirazione permette di rimuovere in modo efficace le ostruzioni più complesse ma, qualora questo non sia sufficiente, si può provvedere a impiegare il canal jet, ovvero un getto d’acqua ad altissima pressione che ripulisce perfettamente le tubature più ostiche.
I migliori servizi professionali, a questo punto, avranno cura di indicare all’utente il modo migliore per contribuire alla longevità del sistema di tubazioni privato, suggerendo l’uso di tappi in silicone o mettendo in guardia dal rischio che deriva dal gettare oggetti impropri negli scarichi.

Dalle reti fognarie ai pozzi neri

I professionisti del settore, però, possono intervenire anche qualora il problema sia situato più in profondità, ad esempio nella fognatura che si trova lontana dall’abitazione. Una rete fognaria è molto complessa e può presentare tubazioni con curve a gomito difficili da raggiungere, per questo l’uso della micro-camera o del canal jet sono tra le soluzioni più gettonate in questi casi.
Una fogna ostruita può causare allagamenti domestici di varia entità, quindi bisognerà individuare velocemente il problema. Vanno, inoltre, distinte le acque nere da quelle cosiddette bianche: mentre le prime raccolgono proprio gli scarichi delle abitazioni o degli esercizi commerciali, quelle bianche sono quelle dedicate all’acqua piovana e sono tra le principali responsabili, se ostruite, degli allagamenti stradali.

La pulizia della fossa biologica

La fossa biologica si colloca come un collegamento tra le abitazioni e la rete fognaria, una via di mezzo tipica dei condomini che va svuotata regolarmente al fine da garantire sempre il corretto flusso sia delle acque nere che di quelle grigie (scarichi di lavastoviglie o comunque ricchi di saponi o sostanze oleose).
In case private o isolate, infine, può ostruirsi anche il pozzo nero che è una sorta di piccola fognatura indipendente non collegata a quelle civili: in questo caso, la pulizia deve comunque essere periodica per garantire, al contenitore dedicato, spazio sempre sufficiente ed evitare reflussi in casa.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: