Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 947 Volte
Condividi

Mercato del laser, le principali novità nel biennio 2021-2022

L’aumento della domanda di applicazioni laser a semiconduttore e l’espansione del mercato dei laser a fibra sono i fattori principali che guideranno la crescita del mercato dei laser nei prossimi mesi. La ripresa economica globale fatta segnare nel 2021 sia negli Stati Uniti che in Europa, ha portato grossi benefici al mercato dei laser industriali che, dopo aver stretto i denti durante un 2020 difficile, nel 2021 ha fatto registrare il miglior tasso di crescita dell’ultimo decennio, con un +10% che ha portato il giro d’affari globale a 18,2 miliardi di dollari.
Osservando nel dettaglio i diversi segmenti del mercato dei laser, si possono riscontrare differenze sostanziali. I laser per la lavorazione dei materiali, ad esempio, hanno mostrato una crescita moderata del 3,5% a 5,2 miliardi di dollari, mentre il mercato dei laser a impulsi ultracorti ha visto aumentare in maniera molto più consistente la domanda.

Mercato dei laser a semiconduttore

Per quanto riguarda il futuro del mercato dei laser a semiconduttore in particolare, si prevede una crescita annua del 7,80% durante il periodo 2022-2026. Con la crescente popolarità dei sistemi di rilevamento ottici negli smartphone, il mercato dei laser per le applicazioni di rilevamento ha registrato un forte aumento. Il lancio dei nuovi modelli iPhone di Apple in particolare ha portato sotto i riflettori il ruolo chiave del laser a emissione di superficie a cavità verticale (VCSEL) nel migliorare la velocità di trasferimento dei dati.
L’integrazione della tecnologia dei diodi organici a emissione di luce (OLED) negli smartphone è un’altra spinta per il mercato globale della tecnologia laser a semiconduttore. Per il 2022 la domanda di laser a semiconduttore trarrà beneficio anche dall’aumento dell’uso di questa tipologia nel settore della difesa grazie alle sue caratteristiche come lunga durata, peso ridotto ed elevata efficienza. L’uso del laser a semiconduttore aumenterà anche nelle applicazioni mediche, il cui mercato ha subito un duro colpo durante il 2020.

Ultime novità del settore laser

Tra le ultime novità del settore laser, troviamo un’iniziativa sostenuta dall’Unione Europea che ha sviluppato una piattaforma tecnologica laser che soddisfa la crescente domanda industriale di superfici funzionali, ovvero superfici con caratteristiche topografiche controllate che possono dar vita a prodotti con funzionalità speciali, come proprietà antibatteriche, autopulenti, riduzione dell’attrito e funzioni di sicurezza ottica. Notevoli anche i progressi che si stanno ottenendo per quanto riguarda i processi laser per la lavorazione di parti curve e la sagomatura per applicazioni remote basate su scanner.
In Italia quando si parla di innovazione nel settore laser non si può non menzionare Evlaser, azienda che da oltre 40 anni funge da punto di riferimento e che ora sta proponendo nuovi macchinari dotati di software intuitivo per svolgere i processi di lavorazione laser cleaning o pulitura laser con la massima precisione. Grandi novità arrivano anche dal Fraunhofer Institute for Laser Technology di Aquisgrana, in Germania, una delle più prestigiose organizzazioni di ricerca e sviluppo legate al mondo dei laser.
La start-up Fusion Bionic, uno spin-off del Fraunhofer Institute, sta sviluppando e commercializzando una tecnologia laser per fare in modo che nano e microstrutture possano essere incorporate nelle superfici in un istante. Ha il vantaggio di essere veloce e molto più versatile delle vernici.

Il veicolo spaziale a propulsione laser

Chiudiamo questa panoramica con un’innovativa applicazione del laser, che mostra il potenziale enorme di questa tecnologia. È di questi giorni la notizia secondo cui un team di ingegneri dell’università McGill sta progettando un veicolo spaziale con un sistema di propulsione termica laser che permetterebbe di raggiungere Marte in soli 45 giorni.
La propulsione termica laser è un concetto originariamente ideato nel 1991 da Jordin Care, fisico e ingegnere aerospaziale presso il Lawrence Livermore National Laboratory. Si tratta di un metodo di propulsione che, sebbene a prima vista possa sembrare strano e complicato, è in realtà molto più semplice ed economico di altre opzioni valutate dalla NASA per i viaggi interstellari come il motore nucleare ionico ed il motore a fusione. Nel giro di appena 60 anni il laser ha rivoluzionato le nostre vite sulla Terra, ed ora potrebbe portarci alla scoperta di un nuovo pianeta.

 

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Giornalista scomodo - "L'unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: