Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 538 Volte
Condividi

La Cultura in vendita su Ebay

Curiosa iniziativa dal sapore chiaramente provocatorio quella intrapresa da una associazione di studenti, il coordinamento universitario Link, per protestare contro i supposti tagli alla Cultura (che dovrebbero andare ad abbattersi sulle borse di studio) previsti dalla manovra finanziaria.
L’associazione di studenti infatti, per contestare questa decisione e per mantenere costante il focus sul problema evidenziato ha deciso di mettere in vendita, all’interno del noto sito internet di e-commerce Ebay, le ultime (poche) borse di studio rimaste disponibili. Un gesto simbolico finalizzato a sottolineare come in questo momento, nel nostro paese, la cultura appaia più che mai in vendita.
“A seguito del taglio contenuto in finanziaria – si legge nell’inserzione – che porta ad una riduzione delle risorse per il diritto allo studio dell’89,54 % in meno rispetto al 2009, il prossimo anno le borse di studio stanziate in tutt’Italia saranno pochissime. Per i 184.034 idonei che avrebbero diritto alla borsa non ci sarà molto da fare”. “Pertanto – conclude l’annuncio – abbiamo messo in vendita le ultime borse di studio. Ai primi che ci scriveranno verrà assegnata una borsa di studio per l’anno accademico 2010/2011″.

Pubblicità

 

Ebay: borse di studio in vendita

Quello delle borse di studio e degli eventuali tagli alla cultura è un argomento che alimenta il dibattito politico degli ultimi giorni; in un Consiglio dei ministri dello scorso 14 Ottobre, la cifra da erogare per queste borse è passata da 246 milioni a 25,7. Una diminuzione di circa il 90% che rappresenta praticamente una soppressione e che sancirebbe che l’80% circa dei quasi 200mila studenti aventi diritto a questo sussidio non prenderebbe nemmeno 1 euro.
Tuttavia il Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini ha sempre, fino ad ora, negato i tagli alle borse di studio; proprio qualche ora fa ha dichiarato di “assicurare che non ci saranno tagli alle borse di studio” che anzi “il diritto allo studio va potenziato” e che “c’e’ un tavolo di confronto con le Regioni perchè c’e’ un impegno di tutte le istituzioni per rendere concreto il principio costituzionale secondo cui tutti gli studenti devono accedere ai livelli più alti dell’istruzione”.
Staremo a vedere come andrà a finire, per intanto segnaliamo questa curiosa protesta che viaggia sul web da parte di una associazione di studenti; iniziativa singolare anche se non è la prima volta che si segnala un fatto simile.

 

Professore si mette in vendita su ebay:

Nello scorso Settembre infatti, mentre la protesta degli insegnanti raggiungeva il proprio acme tra scioperi della fame e manifestazione in piazza come avevamo ampiamente documentato sul nostro giornale ( Precari della scuola: a Palermo sciopero della fame), c’era stato anche chi, tra i docenti, si era messo in vendita su Ebay.
Non era difficile trovare annunci del tipo “Insegnante laureato in Filosofia con il massimo dei voti, attualmente privo di incarico per le riduzioni orarie legate alla riforma, offresi per ruoli di docente”. Si era trattato anche in quel caso di un’evidente provocazione contro i tagli all’ istruzione perpetrati dal Governo, ma chissà (e ce lo auguriamo di cuore ) che quell’ annuncio non sia servito realmente a qualcuno per trovare lavoro.
Dopo gli insegnanti in vendita su Ebay, quindi, era stato il turno dei supplenti e, adesso, delle borse di studio; in sostanza l’unica certezza che abbiamo al momento è che, per la cultura italiana, tira più che mai aria di svendita.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: