Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 1243 Volte
Condividi

Volano gli acquisti in rete anche per prodotti elettrici e fai da te

Che gli ecommerce siano diventati ormai un luogo di riferimento per chi acquista è un dato incontrovertibile: ciò che un tempo era rappresentato dai negozi tradizionali, quelli fisici, oggi è stato delocalizzato nei cosiddetti negozi virtuali, questa la trasposizione in italiano del concetto di ecommerce.
Il dato interessante semmai da analizzare è riferito al fatto che con il passare del tempo sono sempre più i settori che vengono interessati da questo cambiamento. Se si era iniziato con i comparti tradizionali del mercato, quindi ad esempio passatempo, prodotti di tecnologia, libri, viaggi ecc… oggi dal web transitano quasi tutti gli acquisti riferiti spesso e volentieri anche a settori assolutamente non preventivabili.

Pubblicità

Dai fusibili al bricolage

Ne è un esempio il settore dei prodotti e ricambi elettrici così come quello del fai da te. Negli ultimi tempi stanno iniziando a spuntare sul web siti che lavorano in questi settori e che offrono all’utente la possibilità di acquistare online prodotti di ogni genere.
Si parla tanto di ecommerce appositamente nati, quindi di realtà che tentano di lanciarsi sul mercato proponendo magari costi vantaggiosi ed offerte speciali; quanto dei grandi player del settore i cui nomi sono ormai noti che aprono un canale parallelo di vendita consci del fatto che dal web arriva oggi una grande richiesta che non può essere ignorata.
Quali sono i prodotti più venduti in rete con riferimento a questi comparti? C’è un po’ di tutto: si parla soprattutto come detto di ricambi elettrici e prodotti di fai da te: si pensi ai semplici fusibili, i dispositivi elettrici che servono per proteggere un circuito da eventuali sovraccarichi di corrente. Sul web si trovano diverse realtà che vendono questi prodotti, soprattutto con riferimento alla gamma top del mercato come ad esempio il fusibile Bussmann.

I numeri sugli ecommerce in Italia

C’è poi tutta la gamma di prodotti riferita al bricolage, fai da te e giardinaggio, altri settori che nell’ultimo decennio hanno avuto una notevole crescita e che ora stanno iniziando ad affacciarsi anche in rete. Qui vale lo stesso discorso di sopra, si può tranquillamente notare sul mercato virtuale la presenza di nuovi soggetti o di brand grossi che hanno tutto l’interesse del caso ad aprire un canale alternativo via internet.
Utensili, ricambi elettrici, prodotti fai da te, bricolage, giardinaggio e chi più ne ha più ne metta: un mondo che sta iniziando a sperimentare le potenzialità della rete malgrado il fatto che si parli di settori tradizionali, per non dire conservatori e legati a dinamiche arcaiche.
Segno evidente di come ormai in campo commerciale non si possa più tralasciare l’aspetto web: lo sostengono anche i numeri sugli ecommerce d’altra parte che ci parlano di una grande crescita: nel 2017 il mercato è cresciuto dell’11% rispetto al 2016, per un fatturato di 35,1 miliardi di euro. Numeri non certo da poco per una tendenza destinata a rafforzarsi ancora anno dopo anno.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Marco Cherubini

Scrittore, giornalista, ricercatore di verità - "Certe verità sono più pronti a dirle i matti che i savi..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: