Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 458 Volte
Condividi

Canada aiuta ricostruzione centro autistici l’Aquila

Il Governo del Canada si sta adoperando per la ricostruzione di un centro bambini autistici de l’Aquila tramite un contributo congiunto con il Governo Provinciale del Québec grazie al quale verrà coperta la spesa per la costruzione della struttura ed il suo trasporto; il centrro in questione che beneficerà di questi aiuti è il Centro per bambini autistici della Fondazione Il Cireneo, a L’Aquila.
L’annuncio è stato dato da Denis Lebel, Ministro di Stato canadese, e dal Ministro Provinciale del Quebec, Monique Gagnon, durante la loro visita a L’Aquila lo scorso giovedì 14 Ottobre durante la quale i due rappresentanti hanno incontrato il presidente della Regione Abruzzo e Commissario delegato per la Ricostruzione Gianni Chiodi per presentare il progetto.
Il centro per bambini autistici era stato distrutto dal sisma del 6 Aprile 2009 e con l’aiuto del governo canadese sarà ricostruito in un edificio a due piani su una superficie di circa 400 metri quadri che sarà adibito a un centro diurno per circa 25 bambini autistici e sarà costruito utilizzando tecniche canadesi in materia di strutture in legno anti-sismiche, come ha sottolineato lo stesso ministro Lebel, per offrire un luogo sicuro a bambini vulnerabili.

Pubblicità

 

Sostegno a l’Aquila da parte del governo canadese:

“Il primo Ministro canadese -ha affermato  il ministro Lebel – mi ha incaricato di venire all’Aquila per ribadire il nostro sostegno all’Abruzzo e la nostra vicinanza alla popolazione abruzzese in questo momento così difficile. Sono cosciente che il lavoro che state portando avanti è faticosissimo e noi siamo disposti ad offrire tutto il nostro know-how per far fronte a questa grande opera di ricostruzione” con queste parole Lebel ha presentato il progetto di sostegno alla zona colpita dal sisma.
Lo stesso ministro ha quindi partecipato, accompagnato dell’ambasciatore del Canada in Italia, ad una cerimonia di inaugurazione che si è svolta nel luogo del cantiere dove sorgerà il futuro centro. Importanti sono state anche le parole del ministro provinciale del Quebec che ha sottolineato come la sua presenza sul luogo fosse finalizzata a “mettere a vostra disposizione i maggiori esperti canadesi in campo antisismico e per promuovere le tecnologie sviluppate in Quebec, per la costruzione di strutture in legno e in muratura, al fine di poter contribuire in qualche modo alla ricostruzione della città dell’Aquila”.
L’intero progetto sarà co-finanziato dalla Fondazioni Ronald McDonald Italia, Sons of Italy e Rotary Club “Montecitorio”, nonché da altri donatori.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Pierfrancesco Palattella

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: