Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 595 Volte
Condividi

Alto Adige: cresce popolazione diminuiscono immigrati

La popolazione altoatesina è in costante aumento ed ha raggiunto, alla data del 31 Dicembre 2010, le 507.657 unità; il dato rilevante ed in controtendenza con il resto dell’ Italia è svelato dal fatto che l‘influsso dei movimenti migratori su questi numeri diminuisce tendenzialmente, mentre di pari passo cresce quello del saldo naturale. Le cifre sono state rese note dall’Astat, l’Istituto ufficiale di Statistica della Provincia autonoma di Bolzano.
Leggendo all’interno dei dati si evidenzia una crescita del saldo naturale che supera di ben 30% quello del quarto trimestre del 2009 con una parallela diminuzione dell’influsso dei migranti sulla crescita demografica.
Nell’ ultimo trimestre 2010 inoltre, risultano in crescita anche le nascite, che segnano un +3,1% raggiungendo la cifra di 1.354 unità mentre il totale dei decessi (961) registra un calo del 4,9%
I dati forniti dall’Astat, come dicevamo, testimoniano un aumento costante della popolazione nell’ Alto Adige e vanno nettamente in controtendenza rispetto al resto del paese; se in gran parte di Italia in sostanza, gli aumenti demografici sono principalmente imputabili alla crescita della componente migratoria, in Alto Adige avviene esattamente il fenomeno inverso.

Pubblicità

 

Popolazione italiana: diminuisce ovunque meno che in Trentino

Dai dati raccolti dall’ Istat in riferimento alla nostra nazione ed alla sua popolazione al 1 Gennaio 2011 infatti, si evince come, per il quarto anno consecutivo, la popolazione di cittadinanza italiana (escluse quindi altre cittadinanze) sia in diminuzione segnando un totale di 56 milioni 38mila italiani residenti e facendo registrare quindi una riduzione di circa 67mila unità (-1,2 per mille) sull’anno precedente mentre, a fronte di questo dato, sempre nel corso dell’ultimo anno la popolazione totale in Italia (tenendo conto quindi di tutte le nazionalità) sia aumentata superando i 60 milioni e 600mila residenti, con un conseguente tasso d’incremento del 4,3 per mille.
Da questo si comprende facilmente l’importanza dei cittadini stranieri nell’aumento demografico in Italia; fenomeno che, come detto, sembra non essere troppo presente in Alto Adige. Entrando nello specifico della diminuzione di popolazione di cittadinanza italiana, inoltre, è importante notare come questa riguardi quasi tutte le regioni ed in particolare Liguria (-6,9 per mille), Basilicata (-4,8) e Molise (-4,1); l’eccezione è rappresentata proprio dal Trentino-Alto Adige (+3,2 per mille), dalla Lombardia (+0,3) e dal Lazio (+1,1).
Ricordiamo che il Trentino Alto Adige è una Regione Autonoma che corrisponde alla parte più meridionale del Tirolo ed è formato da due aree storico-culturali ed amministrative: a nord l’Alto Adige, corrispondente alla Provincia Autonoma di Bolzano, ed a sud il Trentino, corrispondente alla Provincia Autonoma di Trento. La parte meridionale del Tirolo, l’Alto Adige per l’appunto, fu annessa all’Italia (apparteneva all’ impero asburgico) a seguito della prima guerra mondiale.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Gianpaolo Battaglia

Blogger, esperto di web e web marketing

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: