Seguici su:

Focus

Letto 614 Volte
Condividi

Trading online: si può investire senza rischi?

Prosegue senza sosta l’ascesa del trading online tra gli utenti del web; con questo termine si fa riferimento a tutte quelle azioni inerenti investimenti da effettuarsi direttamente online.
Non è un paradosso e nemmeno un miracolo; internet negli ultimi anni ha letteralmente stravolto le abitudini degli utenti. E il mondo della finanza non è stato impermeabile a queste novità.
Investire direttamente tramite il web, quindi; è questo in massima sintesi il significato del trading online. Una novità che se da un lato ha portato opportunità interessanti, dato che oggi accedere al mondo degli investimenti è più facile, d’altro canto ha contribuito ad espandere questo strumento sempre più facendolo finire anche tra le mani di chi non ha grande dimestichezza con la finanza.
Ecco perchè molti trader fai da te finiscono per perdere i loro soldi; si fanno attrarre dalle promesse di facili guadagni che circolano sul web e i risultati sono spesso e volentieri pessimi.

Pubblicità

Primo punto: sapere di cosa si sta parlando

Il primo aspetto che bisognerebbe valutare, quindi, è proprio quello legato alla conoscenza dello strumento; nessuno investirebbe soldi in qualcosa che non conosce. E il paradosso del trading online è che, invece, ciò avviene.
Sono molti che tentano la sorte e rimangono scottati; come punto di partenza sarebbe utile studiare la materia e leggere il più possibile. La rete è piena anche di messaggi falsi tesi ad invogliare l’utente.
Quello che potrebbe essere utile è rivolgersi ad una guida neutra presente in internet, come ad esempio e-investimenti.com/trading-online/, per iniziare a capire di cosa si sta parlando.
Come abbiamo detto già altre volte, per capire cosa è il trading occorre partire da quello che non è; ovvero, non è uno strumento miracoloso in grado di generare guadagni e regalare soldi a chi sta comodamente seduto davanti a un pc.
Il mondo degli investimenti è altamente rischioso; perchè mai il trading dovrebbe sfuggire a questa dinamica?

 

Gli strumenti del trading online:

Il trading online è quindi il vasto mondo che comprende tutti gli investimenti da fare online; ce ne sono alcuni più noto, altri meno diffusi. Oggi è possibile piazzare investimenti tramite pc in varie forme e su vari strumenti; da azioni ad obbligazioni passando per future e titoli di stato.
Si può investire anche nella vecchia e cara Borsa. Se un tempo per investire nella Borsa italiana era necessario recarsi fisicamente da un intermediario quale una banca, oggi il tutto può avvenire utilizzando un pc connesso alla rete.
Un altro strumento di trading online che va per la maggiore è il Forex; si tratta del mercato nel quale avvengono le transazioni di scambio tra le diverse valute nazionali e chi investe in questo mercato tenta di ottenere profitti dall’ oscillazione sui tassi di cambio di queste.
Tra i trader della rete spopolano ultimamente le opzioni binarie; uno strumento finanziario ad alto rischio, come abbiamo visto. Un prodotto per certi versi più vicino al mondo delle scommesse che non ad una forma di investimento.

I rischi del trading online:

Ed il trading online in generale è comunque uno strumento ad alto rischio; ecco perchè è indispensabile accostarvisi con attenzione e cautela. Detto dell’importanza di studiare e approfondire il più possibile, il consiglio più saggio che si possa dare a chi si avvicina al Tol (trading online) è quello di investire soltanto una minima parte, all’incirca il 5%, del capitale che si ha a disposizione.
Una strategia nota come money management e che, in alcuni casi, può letteralmente salvarci la vita. Un ultimo aspetto da valutare è quello legato al broker; per iniziare a fare trading online è indispensabile registrarsi presso una piattaforma di intermediazione.
Oggi in rete ce ne sono tanti, alcuni affidabili altri meno. Anche qui per non fare un salto nel vuoto il consiglio è quello di affidarsi ad un broker che sia regolamentato ed autorizzato.
In Italia è compito della Consob regolamentare questi soggetti. Affidarsi ad una piattaforma che agisca nel rispetto delle regole non sarà una garanzia di guadagno; ma è un modo per avere un minimo certezze in più.

Pubblicato in Focus

Scritto da

Marco Cherubini

Scrittore, giornalista, ricercatore di verità - "Certe verità sono più pronti a dirle i matti che i savi..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: