Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 191 Volte
Condividi

Trattamenti estetici: l’endermologie. Cos’ è e come funziona

Sono sempre di più gli italiani che si affidano a trattamenti di natura estetica (leggi: crescono i trattamenti estetici in Italia), anche in un momento non felicissimo dell’economia che sembra non aver intaccato più di tanto proprio il comparto riferito ai trattamenti di bellezza.
Non a caso il nostro è tra i paesi in cui la cura della propria persona fa registrare la maggiore crescita a livello globale. Gli interventi richiesti sono di ogni genere, che si parli di semplici approcci estetici o trattamenti che richiedono il bisturi, quindi di chirurgia.
Tra i trattamenti estetici più praticati, inclusi in quelli soft, sta avendo un discreto successo l’endermologie, noto anche come LPG, acronimo di Luis Paul Guitay, il suo inventore. Andiamo a vedere di cosa si tratti e quali vantaggi possa riservare.

Pubblicità

Come funziona endermologie?

Per endermologie si intende la tecnologia grazie alla quale è possibile realizzare un massaggio meccanizzato, tridimensionale e modulabile, con il preciso scopo di indurre una vera e propria rigenerazione del tessuto connettivo in maniera del tutto naturale. Si parla di un trattamento non invasivo il quale viene realizzato nel totale rispetto della cute, senza procedere ad interventi che prevedano l’impiego di sostanze farmacologiche.
Nato in Francia all’inizio degli anni ’80, l’LPG è fondato sulla terapia del massaggio connettivo manuale. Endermologie è in effetti un sistema meccanico di aspirazione, delegato a ristabilire e riattivare le funzioni del tessuto connettivo nel caso in cui l’avanzata dell’età o determinate patologie le abbiano rese insufficienti.
Proprio il tessuto connettivo è oggetto di stimolazione tale da spingerlo a rigenerarsi, conducendo in tal modo a sensibili mutamenti nell’area trattata. Il risultato che ne consegue è un’ossigenazione migliore, la quale si mixa con analoghi progressi di vascolarizzazione e drenaggio, oltre che all’eliminazione di tossine. Inoltre il trattamento agisce anche sulla produzione di elastina e collagene, responsabili della elasticità dello strato cutaneo, spingendola ad aumentare.

LPG: a cosa serve e controindicazioni

Per effetto di questo trattamento, che può essere portato avanti per il viso, le gambe o altre parti problematiche del corpo, la superficie della nostra pelle diventa più liscia, procedendo alla pratica eliminazione di inestetismi come le rughe, il rilassamento cutaneo, la buccia d’arancia e altri spesso indicati con il termine di cellulite.
Per quanto riguarda la possibile utenza dell’LPG, va sottolineato come non sussistono particolari controindicazioni per l’utilizzo delle apparecchiature adibite al trattamento. Nel caso però di donne in stato interessante o che stiano allattando i figli, sarebbe il caso di astenersi, come del resto dovrebbe accadere per tutti coloro che stiano assumendo farmaci anticoagulanti o siano affetti da patologie tumorali maligne o patologie cardiovascolari.
Naturalmente, come nel caso di ogni trattamento di questo genere, per evitare rischi o risultati estetici non graditi è assolutamente necessario rivolgersi a specialisti, evitando con cura i non professionisti.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Matteo Vespasiani

Giornalista scomodo - "L'unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede..."

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: