Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 562 Volte
Condividi

Energie Rinnovabili in Italia: numeri in crescita

Sole, vento, acqua e terra. Sono diversi i comuni che producono energia facendosi aiutare dalla natura. E i dati sono incoraggianti. Secondo il rapporto di Legambiente, quest’anno sono 7.661 i municipi italiani che ospitano almeno un impianto di energia rinnovabile, nel 2010 erano 6993 e nel 2009 erano 5.580.
Un fenomeno dunque in crescita che è aumentato in parallelo con la comprensione del risparmio energetico, dilazionato nel tempo, per ogni famiglia.
I cittadini italiani hanno risposto bene alle agevolazioni normative: secondo una prima stima prudenziale dell’Enea, nel 2010 sono state almeno 300mila le domande per ottenere la detrazione del 55% dell’Irpef, a fronte di interventi finalizzati al l’impiego di fonti rinnovabili e ad incrementare l’efficienza energetica della propria abitazione; nel 2009, invece, erano state circa 238mila.
In Italia, è stata recepita la direttiva 2001/77/CE del Parlamento europeo dal decreto legislativo 387/2003, che ha previsto – tra le altre cose- incentivazioni per la produzione di energia solare introducendo anche il concetto di “scambio sul posto”, ovvero di scambio di energia tra l’utente e il produttore.
In sostanza, l’energia in eccesso prodotta dall’impianto fotovoltaico della propria casa viene “rivenduta” alla compagnia energetica con la quale si stipula il contratto. 

Pubblicità

 

Italia e green economy:

L’ultima manovra economica ha invece stabilito che dal primo gennaio 2012 ci sarà un taglio del 30% su tutti gli incentivi, i benefici e le altre agevolazioni attualmente presenti in bolletta e che riguardano le forniture di energia elettrica e gas naturale.
Intanto la green economy prosegue il suo corso e le sue iniziative: dal 14 al 16 settembre, nel quartiere espositivo della Fiera di Roma, si svolgerà la settima edizione della manifestazione dedicata alle energie rinnovabili. Ci saranno oltre 650 espositori provenienti da ventisei Paesi del mondo.
A comprendere le potenzialità della green economy, sono anche le piccole imprese italiane. Secondo un’indagine di Fondazione Impresa, il 33% delle Pmi negli ultimi due anni ha introdotto o utilizzato tecnologie o sistemi finalizzati alla riduzione dell’impatto ambientale.
Tra le tecnologie o i sistemi, maggiormente introdotti dalle Pmi, ci sono i macchinari a basso consumo, la riduzione degli imballaggi/uso di materiali riciclati e l’installazione di pannelli fotovoltaici e la riqualificazione energetica degli edifici. E c’è anche chi utilizza le rinnovabili con un tocco di originalità: nei giorni scorsi, è stata sfornata a in Friuli Venezia Giulia la prima pizza verde. Si tratta della prima pizza cucinata in forni industriali alimentati esclusivamente ad energia solare: una buona pizza “ecologica”.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Giornalista professionista in radio e sul web. "E' un mestiere, ma non come tanti; è un atteggiamento verso la vita".

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: