Seguici su:

Inchieste

Letto 488 Volte
Condividi

Lavoratori precari Camera: ancora nessuna novità

Mentre in Parlamento è andata in scena la votazione per la fiducia al Governo, fiducia che alla fine in un modo o nell’altro è arrivata accompagnata da scene di giubilo, esultanze, balli e canti, i 18 precari lavoratori della Camera di cui avevamo dato notizia sono ancora, a pochi giorni dalla scadenza del contratto, appesi ad un filo.
Negli scorsi giorni dalle pagine del nostro giornale avevamo raccontato la storia dei 18 lavoratori ( Camera: 18 lavoratori precari senza contrattoprecari impiegati presso la Camera dei Deputati in mansioni tecniche ed interventi manutentivi il cui contratto di lavoro era in scadenza alla metà circa di questo mese.
Ad oggi non vi è ancora alcuna novità, come ci racconta uno di questi 18 lavoratori che abbiamo avuto modo di contattare personalmente; naturalmente la persona in questione ha preferito mantenere l’anonimato.

Pubblicità

Dipendenti della Camera e precari:

“In questo momento mancano pochi giorni alla scadenza e non abbiamo assolutamente nulla in mano – ci dice il nostro interlocutore – io è da 8 anni che faccio questo lavoro; abbiamo iniziato nel 2002 con il lavoro interinale, poi nel 2004 siamo passati al contratto di somministrazione, direttamente alla Camera dove avevamo il contratto con l’amministrazione; nel 2008 hanno esternalizzato il servizio ad una cooperativa, Progetto Lavoro, con la quale abbiamo adesso il contratto.”
Cooperativa che, a quanto ci ha detto il sindacato, non è nemmeno lei al corrente dei futuri sviluppi e del destino di questi 18 lavoratori: “Operiamo nei reparti tecnici, siamo in 18 ma in realtà prima eravamo una quarantina; poi ci hanno diviso in un paio di cooperative esterne ed hanno separato gli appalti.”

Da 8 anni di appalto in appalto:

La storia di questi lavoratori della Camera sembra essere la stessa di molti altri; passati di appalto in appalto da otto anni pur lavorando sempre all’interno della Camera dei Deputati senza mai essere assunti. “la possibilità tra l’ atro ci sarebbe anche stata – ci dice ancora il nostro interlocutore – tramite un concorso; ma c’è stata preclusa la possibilità di parteciparvi perché gli incarichi che noi ricopriamo con il contratto interinali neanche sono stati contemplati dal concorso stesso; sono stati messi requisiti che ci hanno esclusi.”
Naturalmente ad oggi nessuno si è ancora fatto vivo; questi giorni tra l’altro sono stati di gran fermento per la politica e per il Parlamento in modo particolare, ragione per la quale, come ci aveva anticipato nella precedente intervista il coordinamento provinciale del sindacato Usb Lavoro Privato, si era cercato senza successo di contattare i questori e la segreteria del presidente della Camera. “Purtroppo è vero – conclude il lavoratore che ha accettato di parlare con noi – mancano pochissimi giorni alla scadenza del contratto ma non abbiamo avuto ancora alcun riscontro.”

Pubblicato in Inchieste

Scritto da

Pierfrancesco Palattella

Giornalista indipendente, web writer, fondatore e direttore del giornale online La Vera Cronaca e del progetto Professione Scrittura

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: