Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 347 Volte
Condividi

Rapine: come in alto così in basso

Ecco ancora una volta confermata la teoria olistica di Ermete Trismegisto, notissimo per la sua affermazione che “Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso” riferendosi chiaramente alle uguali leggi che regolavano ai suoi tempi, (ancora non erano note alcune paradossali caratteristiche legate alla meccanica quantistica) il microcosmo e il macrocrosmo. 
La sua teoria torna comunque alla mente in quanto ci sembra sposarsi bene con la realtà italiana evidenziata dalle cronache degli ultimi tempi, da cui risaltano le continue ruberie di cui sono oggetto i cittadini italiani da parte della propria classe politica e burocratica.
La Corte dei Conti ha stimato in circa 60 miliardi di euro il fatturato della corruzione nel nostro Paese, cifra certamente in difetto data la quantità di soggetti istituzionali e pubblici dotati di grande voracità attualmente in circolazione in Italia.
Per questo motivo, essendo coinvolti in tale pratica alcuni esponenti dell’attuale governo insieme a folle di personaggi del sottogoverno ed essendo momentaneamente le carceri nostrane piene oltre ogni limite, si sta correndo contro il tempo per limitare i danni che la magistratura potrebbe infliggere, attraverso soprattutto le intercettazioni telefoniche, a tali individui, prendendo come scusa la difesa della privacy.

Pubblicità

 

Il fenomeno delle rapine in banca in Italia:

In aggiunta, con i provvedimenti in oggetto si sta cercando, ponendo limiti alla libertà d’informazione, anche di creare un freno alla divulgazione dei fatti di latrocinio quotidiano che allarmano sempre più la pubblica opinione. Ciò per quanto riguarda le rapine, tornando a Trismegisto, che avvengono in alto.
E intanto, cosa succede in basso? Anche in questo luogo rapine e latrocini non mancano, anzi. La Fiba-Cisl afferma che il 45-50% delle rapine compiute nelle banche europee avviene in Italia, secondo i dati dell’Osservatorio nazionale del sindacato, sottolineando che il fenomeno delle rapine in banca, in Italia, per quanto in flessione negli ultimi 2 anni, resta di dimensioni importanti. Nel 2009, infatti, ci sono state 1.744 rapine, il 42,02% del totale di 4.150 in Europa.
E seppure le rapine nostrane sono risultate il 42,02% del totale europeo nel 2009,  la percentuale e’ fra il 45 e 50% perche’ ci sono alcune realta’ dove il fenomeno delle rapine e’ particolarmente elevato. Insomma, cari lettori, tra rapinatori istituzionali e rapinatori di banche, siamo quasi completamente rovinati.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: