Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 517 Volte
Condividi

Raiperunanotte, ribellione e rivoluzione

L’evento televisivo e multimediatico Raiperunanotte, contrariamente a quanto ha detto qualche sprovveduto nelle ultime ore, non è per niente stato un atto di ribellione contro regole e metodi discutibili ma in vigore, bensì un momento rivoluzionario in cui delle coscienze, rimaste ancora sveglie in quella specie di torpore generale che il nostro Paese sta attualmente vivendo, hanno usato l’energia della propria consapevolezza per riaffermare energicamente valori e diritti le cui tracce sono ancora ben radicate nella nostra Carta Costituzionale.
C’è una grossa differenza tra un ribelle ed un rivoluzionario: il grande maestro Erich Fromm ci ha lasciato una vasta ed approfondita letteratura su questo tema.
E’ la differenza che non consentirà ad alcuna forza politica, pur di governo, di relegare il fatto mediatico ai margini di una competizione di parte: un atto rivoluzionario bisogna trattarlo con le opportune cautele perchè non si conosce a priori la concatenazione di eventi che può determinare.

Pubblicità

 

Il progetto Raiperunanotte di Santoro:

Gli attori dell’impresa mediatica, dunque, secondo noi, stanno vivendo con grande tranquillità il dopo-azione, perchè sanno molto bene che sia la Rai che il governo, al di fuori delle parole formali con cui hanno dovuto giudicare una cocente sconfitta che si è presentata ai loro occhi a poche ore dalla tornata elettorale, nulla possono per fermare una realtà che si potrebbe presentare come una bomba pronta a deflagrare in modo tragico al minimo movimento sbagliato. 
Raiperunanotte è la punta di un grande iceberg chiamato Rai, ricchissimo di energie che, seppur qualcuno le potrebbe giudicare compresse e  sotto controllo, chi ha la giusta conoscenza sa quali micidiali garbugli e trappole contiene all’interno capaci di liberarle scatenando una deflagrazione dalle conseguenze imprevedibili. 
Con questo intendiamo dire che non è il giornalista-conduttore Michele Santoro, sebbene abilissimo nel suo mestiere, il nemico da cui stare all’erta: è l’intero contesto del mondo radiotelevisivo e mediatico in genere, che bolle attraverso una fibrillazione che continua ormai da troppo tempo, per via delle intrusioni, atti di arroganza, prevaricazioni e cose di questo genere, che ha dovuto subire e a cui si sta preparando a rispondere in modo deciso.

 

Cos’è Raiperunanotte:

Raiperunanotte è il segno di un clima che sta cambiando e che potrebbe trascinare verso nuovi inaspettati lidi anche coloro che si ritengono ancorati a perni estremamente solidi. Un’azione rivoluzionaria, lo ricordiamo, è sempre frutto della maturazione culturale cui, la Storia insegna, anche le più severe regole burocratiche si sono sempre dovute assoggettare. 
Mentre leggiamo dunque sui giornali alcuni approfondimenti che riguardano eventuali reazioni di rivalsa contro i protagonisti dell’azione rivoluzionaria cui abbiamo assistito con imparziale senso critico, già sappiamo che non accadrà nulla di quanto minacciato perchè a nessuno conviene spingere in avanti una vertenza di cui non si conosce l’esito. 
Tra l’altro non vediamo chi potrebbe essere il soggetto che dovrebbe reagire. La Rai, forse? Quale organismo, precisamente, dell’azienda televisiva ridotta ormai a semplice contenitore di contraddizioni politiche e partitiche? E se l’eventuale intervento si rivelasse promotore di situazioni catastrofiche che ne potrebbero condizionare il futuro? Questo non è un particolare da sottovalutare al punto in cui stanno le cose. 
Come la reazione fuori dalle righe del presidente Berlusconi che potrebbe portare alla completa coesione del mondo dell’informazione in un’azione energica e definitiva contro le sue manie di egemonia assoluta. Le nuove tecnologie, come ha dimostrato la trasmissione Raiperunanotte, non sono assolutamente da sottovalutare.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: