Seguici su:

Archivio Notizie

Letto 896 Volte
Condividi

Bitcoin: come funziona la moneta elettronica

Sentiamo parlare di Bitcoin sempre più spesso, ma cos’è esattamente? E come funziona? Il Bitcoin è una moneta elettronica creata nel 2009 da un anonimo che porta lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.
La rete Bitcoin consente il possesso ed il trasferimento anonimo delle monete; i dati necessari ad utilizzare i propri Bitcoin possono essere salvati su uno o più personal computer sotto forma di “portafoglio” digitale, o mantenuti presso terze parti che svolgono funzioni simili ad una banca. In ogni caso, i Bitcoin possono essere trasferiti attraverso internet verso chiunque disponga di un “indirizzo Bitcoin”.
Si tratta di una rete di consenso, un sistema di pagamento, una forma di denaro completamente digitale. È la prima rete decentralizzata di pagamento peer-to-peer, gestita dai suoi utenti senza alcuna autorità centrale o intermediari. Bitcoin è per la maggior parte denaro liquido che circola in internet.

Pubblicità

Cos’è il Bitcoin?

Dal punto di vista dell’utente, Bitcoin non è altro che un’applicazione per cellulare/tablet o un programma per computer che fornisce un portafoglio personale e consente ad un consumatore di inviare e ricevere questa moneta virtuale.
La rete Bitcoin sta condividendo un libro chiamato “block chain”. Tale libro mastro contiene tutte le transazioni che sono state elaborate, permettendo al computer degli utenti di verificare la validità di ogni transazione.
L’autenticità di ogni transazione è protetta da firme digitali che corrispondono all’indirizzo del mittente, permettendo a tutti gli utenti di avere pieno controllo sui inviati dai loro indirizzi Bitcoin personali.
Inoltre, chiunque può processare transazioni ed ottenere un premio in criptovalute per questo servizio. Questo viene spesso chiamato “mining”.

Vantaggi del Bitcoin

Questa moneta virtuale ha il vantaggio di consentire pagamenti con maggiore garanzia di anonimato ma, il suo valore può salire o scendere velocemente perché la sua compravendita è deregolamentata.
Nel momento in cui la domanda raddoppia la metà di un Bitcoin mantiene lo stesso valore e quindi lo stesso potenziale transazionale del Bitcoin iniziale. Comprare Bitcoin è molto facile, basta creare un conto Bitstamp selezionare la voce, deposito e scegliere il metodo preferito di trasferimento dei fondi.
Si riceve un codice di riferimento a 11 cifre e le informazioni del conto in cui devono andare i vostri fondi. Una volta ricevuto il deposito sul tuo conto Bitstamp si può iniziare subito l’acquisto di Bitcoin tramite la sezione commercio e piazzando l’ordine di acquisto istantaneo che comprerà automaticamente Bitcoin al prezzo più basso offerto sul mercato.
Una volta acquistati, queste monete virtuali possono essere depositati sul pc o si può decidere di inviarli a qualcun altro. C’è un numero sempre crescente di aziende e privati che hanno cominciato ad utilizzare questa moneta virtuale, da imprese di mattoni, ristoranti, appartamenti, studi legali e servizi online popolari come Namecheap, WordPress. Anche la compagnia di giochi on line Poker Stars, probabilmente comincerà presto ad accettare questa moneta come metodo di pagamento.

Come acquistare Bitcoin

Scoprire quanto vale questa moneta virtuale e qual è il suo tasso di cambio è diventato possibile grazie ai primi convertitori da Bitcoin a dollari ed euro. Da questi si scopre che al momento un Bitcoin ha un valore di circa 266 euro e di circa 365 dollari, anche se in realtà il valore di Bitcoin cambia così tanto e con tale velocità da aver creato anche delle situazioni molto particolari. bitcoin-stock
Basti pensare che uno studente norvegese, Kristoffer Koch, ha scoperto che i 5.600 Bitcoin che nel 2009 aveva pagato 24 dollari (probabilmente uno dei primi in assoluti ad acquistarne) oggi valgono 700mila dollari. È utile sapere che uno dei punti di forza di Bitcoin è che una singola moneta virtuale può essere divisa in frazioni anche millesimali, e quindi usata anche per spese minime.
Si tratta, in parole povere, di un sistema di pagamento appoggiato alla Rete basato solo, appunto, sulla valuta proprietaria. Pensate a una sorta di Paypal, per semplificare ulteriormente, con una moneta che funziona solo all’interno del circuito, costi di commissione tendenti allo zero e transazioni anonime approvate quasi in tempo reale.

La circolazione del Bitcoin:

Nel caso di Bitcoin non è coinvolto alcun ente centrale o organizzazione privata. Tutto si fonda sulle persone che fanno circolare le monete facendo acquisti online o nei negozi veri e propri che accettano il circuito. Per iniziare, consapevoli del fatto che il valore dei Bitcoin non è fisso e può crollare o impennarsi da un momento all’altro, bisogna creare un portafoglio digitale che funga deposito o base per gli acquisti.
Insomma, sembra che questa moneta digitale sia destinata a cambiare radicalmente le transazioni online. Purtroppo solo il tempo potrà dirci se il Bitcoin ha davvero la capacità di affiancarsi a quello delle valute reali. Staremo a vedere.

Pubblicato in Archivio Notizie

Scritto da

La Vera Cronaca

La Vera Cronaca, giornale online libero e indipendente

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Seguici su: