Questo sito utilizza i cookies per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Cliccando su uno qualsiasi dei link in questa pagina o proseguendo la navigazione, si acconsente all'uso dei cookies.

Mercoledì, 11 Giugno 2014 16:24

Compro auto pagamento immediato: ultima frontiera della crisi

Compro la tua auto, in qualsiasi stato: pago immediatamente in contanti. Non è poi così raro trovare cartelli o inserzioni di questa tipologia. Si perché con la crisi che avanza e che non lascia tregua agli italiani, è più che mai d’obbligo ingegnarsi e tentare il più possibile di monetizzare per provvedere alle spese.
In principio furono i compro oro: sono stati i capostipiti in materia di luogo di pellegrinaggio degli italiani in cerca di soldi. Attività che hanno vissuto un boom pazzesco, ai limiti del reale: basti pensare che dal 2011 ed il 2013 il numero dei compro oro in Italia si era quintuplicato.
Poi anche loro hanno vissuto uno stop: probabilmente gli italiani non hanno più oro da vendere, fattore che accompagnato al crollo del prezzo dell’oro ha portato alla crisi dei compro oro. Negli ultimi mesi circa il 30% dei compro oro sul territorio italiano ha chiuso l’attività.
Parallelamente a questa deriva si è assistito ad una nuova tendenza: quella di dar vita ad attività simili riguardanti gli oggetti ancora presenti nelle cassette di sicurezza degli italiani. Dal compro diamanti, al compro orologi di valore, sono state diverse le strade alternative che si è tentato di imboccare per specializzarsi sempre più e per continuare a ‘svuotare’ i cassetti degli italiani dei loro oggetti di valore.

 

Il boom dei compro auto:

Ecco allora che l’ultima frontiera è relativa ad un bene materiale che gli italiani sembrano possedere in quantità: e che di conseguenza può rappresentare una buona opportunità di business.
Sfogliando giornali e riviste o anche semplicemente guardando in giro i cartelli presenti nelle strade delle città italiane può capitare di trovare inserzioni che pubblicizzano l’attività di compro auto: niente di nuovo, si potrebbe obiettare. In fondo a vendere la propria auto non ci sarebbe nulla di male.
Il fatto è che queste attività funzionano esattamente come i classici compro oro: e come questi si pubblicizzano. Qui non si tratta di mettere un annuncio su un giornale specializzato in compra vendita di auto usate e aspettare che qualcuno si interessi al nostro veicolo; né tantomeno di portare la propria macchina da un concessionario, farla valutare per poi accettare o meno l’offerta.
Il meccanismo di queste nuove attività di compro auto è il medesimo del compro oro: tu ci porti la tua auto, noi l’acquistiamo e la paghiamo subito in contanti. Annunci del tipo “Acquistiamo autoveicoli nuovi o usati di qualsiasi tipo anche vecchi di molti anni. Pagamento in contanti” sono ormai all’ordine del giorno.

Consigli per evitare truffe

Leggendo i molteplici annunci di compro auto con pagamento immediato in contanti sembrerebbe che, in Italia, si sia risvegliato improvvisamente il mercato dell’auto; naturalmente non è così perché, come facilmente intuibile, l’offerta che riceveremo portando la nostra auto presso la maggior parte (non ci è dato sapere se è così per tutti) di questi compro auto sarà nettamente inferiore rispetto al valore reale della stessa.
In sostanza non si può parlare di truffa ma nemmeno di un servizio affidabile; un meccanismo nel quale chi vende l’auto certamente non ha troppo da guadagnarci.
Un altro aspetto evidenziato da diverse persone che hanno venduto la propria auto con questo meccanismo è la ‘fretta’ con la quale l’interlocutore prova a chiudere la trattativa.Viene proposta una cifra subito sotto al naso. Prendere o lasciare. Senza tempo di fare altre ricerche.
Comportamento questo non del tutto sicuro perché, come consigliano gli esperti in materia, per evitare truffe sarebbe importante prima di concludere qualsiasi affare effettuare una ricerca in rete per tentare di avere il numero più alto possibile di informazioni sul nostro interlocutore. E magari per leggere eventuali feedback tanto positivi quanto negativi e capire se ci stiamo rivolgendo a un compro auto affidabile. Altri consigli che vengono forniti per evitare truffe sono:

  • Ricordarsi che le transazioni in contanti possono avvenire entro i limiti previsti dalla legge. Da lì in su l’utilizzo del contante non è più consentito.

  • Dare via la propria auto solo tramite passaggio di proprietà. Eventuali proposte relative a denunce di scomparsa dell’auto (che viene poi portata all’estero e venduta lì) o similari non sono assolutamente consigliate. Né tantomeno a legge.

  • Fare attenzione a chi ci propone di firmare una procura per vendere la nostra auto.

Un meccanismo, quello del compro auto, ripreso e parzialmente rivisto dai compro oro: ovvero, sfruttare la necessità di dover vendere qualcosa pur di avere liquidità. Se gli italiani non hanno più oro, forse, hanno pur sempre un’ automobile.
Ecco allora che l’acquisto dell’auto con pagamento immediato in contanti, pur se a prezzi minori del reale valore, permette di avere liquidità pronta senza dover attendere i tempi di vendita classici. La crisi è anche questa.

Erik Lasiola

Giornalista di inchiesta, blogger e rivoluzionario

Sito web: plus.google.com/+ErikLasiola78/about